IBW, bilancio e pareri di Mazzieri e Mazzotti

Dopo la vittoria dell'Italia (11-0) sulla Spagna e i tagli di quattro azzurri, le opinioni dei manager italiani che da venerdì si sfideranno per il titolo continentale… Olanda permettendo!

L'Italian Baseball Week si è chiusa martedì sera a Novara con la vittoria dell'Italia per manifesta al 7° per 11-0 nella finalissima contro la Spagna. Alla fine dell'incontro sono stati premiati quattro giocatori prima della consegna della Coppa all'Italia. Il titolo di MVP è andato all'esterno riminese Mario Chiarini, un po' in ombra nelle prime partite, ma esploso nella finale con 2 fuoricampo da 2 punti e un singolo che gli ha permesso un quinto RBI, chiudendo a .416 in media battuta e a 1.000 in difesa. Miglior difensore è risultato Peppe Mazzanti utilizzato in prima base che con 34 opportunità non ha commesso errori. Due premi anche agli spagnoli: a Leal del Nettuno quale miglior lanciatore con 7 riprese sul mound nelle quali non ha concesso punti ed ha realizzato 9 strike-out. Miglior battitore è risultato l'interbase Flebes con .579 di media.
BASEBALL.IT ha posto alcune domande al manager azzurro Marco Mazzieri, subito dopo aver ritirato il premio per la vittoria nel torneo.

Alla fine dell'Italian Baseball Week ritiene di aver raggiunto il livello di preparazione che si augurava?
"Certamente sì – ha risposto – , abbiamo svolto veramente una buona preparazione e credo che tutti siano pronti ad affrontare questo Campionato Europeo molto importante dopo i risultati degli ultimi anni. Devo ringraziare tutti per l'impegno che hanno profuso e questo ringraziamento va anche ai quattro atleti che purtroppo ho dovuto tagliare: Patrone, Simone, Pantaleoni e Coromato".

La formazione titolare sembra chiara con Chapelli, De Simone e Chiarini agli esterni; Granato interbase, Infante, Santora e Mazzanti sulle basi e Ramos designato. Sembrano in lotta per un posto da titolare Angrisano e Albanese come ricevitore: l'indizio viene anche dal fatto che in finale ha ricevuto Albanese, ci conferma quest'ipotesi?
"Sì, per 8/10 la formazione è ormai decisa. Per quanto riguarda i ricevitori devo precisare che in finale Angrisano non avrebbe potuto giocare per un piccolo infortunio. Comunque con Da Silva partente avrei messo in ogni caso Albanese che lo conosce molto bene giocando con lui a San Marino. I due catcher giocheranno in base alla scelta dei lanciatori e considerando che Albanese è molto bravo nella strategia di chiamata e a prendere le palle a terra, Angrisano può dare certamente di più in attacco".

La rotazione dei lanciatori sarà a 4 o 5? Chi lancerà venerdì contro la Spagna nella prima partita dell'Europeo che si concluderà domenica 1 agosto?
"Partendo per lottare fino in fondo ipotizziamo 9 partite e quindi una prima rotazione a 5 e poi una a 4. Per venerdì al 99{3234a7baaaeb354005e9269508f18a9fc22ef2b1a21a8513f0b1a8ceb3a75895} abbiamo deciso, ma preferisco aspettare in quanto c'è ancora tempo".

Certamente non sarà Da Silva il partente in quanto ha già lanciato nella finale IBW contro gli spagnoli. I candidati sembrano essere, in ordine alfabetico, Cillo, Cooper e Corradini.

Mauro Mazzotti, manager della Spagna, in una recente intervista a BASEBALL.IT ha dichiarato che tra Olanda e Italia non avere giocatori da oltre oceano avvantaggia un pò la sua squadra, concorda?
"L'Olanda è fortissima, la vittoria contro Cuba per manifesta e la conquista del torneo disputato in Olanda in contemporanea con la IBW lo conferma. Certamente non partiamo favoriti, ma abbiamo la consapevolezza dei nostri mezzi, abbiamo tanta voglia di vincere e questo spero conti molto. Non dobbiamo dimenticare, però, che anche Spagna e Germania potranno dire la loro e sia noi che l'Olanda se sbaglieremo qualcosa affrontandole potremo perdere".

BASEBALL.IT ha incontrato anche Mauro Mazzotti. Gli abbiamo chiesto un giudizio sulla partita persa con l'Italia. La replica del manager della nazionale iberica:
"Abbiamo sbagliato tanto, abbiamo concesso tantissime basi ball (9 più 1 colpito su 39 battitori affrontati) e abbiamo subito troppi strike out (10 su 27 turni in battuta). La squadra mi è sembrata stanca ed ha reso molto meno di quello che può dare".

L'infortunio a Navarro al primo inning vi ha penalizzato, ma la notizia importante è sapere se è grave o no, cosa ci può dire?
"Fortunatamente non sembra nulla di grave, lo abbiamo tolto per precauzione una volta che ha sentito pizzicare la coscia. Non voglio però far passare come determinante questo infortunio sul risultato della finale. L'Italia ha meritato di vincere, è più forte di noi e come le ho già detto nell'imminente Campionato Europeo ha le carte in regola per battere anche l'Olanda la gran favorita di sempre".

Ci auguriamo che l'ottimismo e la voglia di vincere  di Mazzieri e la valutazione tecnica sulle possibilità dell'Italia da parte di Mazzotti portino veramente a quella vittoria attesa ormai da ben 13 anni.

Informazioni su Fabrizio Masini 59 Articoli
Fabrizio Masini è nato a Grosseto, ma ha vissuto a Milano per oltre ormai 25 anni. Ha seguito il baseball come hobby per Il Tirreno e Radio Rbc Grosseto (prima radiocronaca nel 1978, per alcuni anni in coppia con il figlio Federico). I primi articoli risalgono al 1971. Ha seguito i 4 Mondiali in Italia, vari Europei (dal vivo gli ultimi due vinti a Parigi e soprattutto a Stoccarda nell'estate 2010), il World Baseball Classic del 2006 in Florida e tutti i campionati per oltre 40 anni. Ha commentato gli avvenimenti più importanti avvenuti in Italia per la Rai, TMC, Radio Rai e due tv private grossetane anche con Everardo Dalla Noce e Giancarlo Mangini. Fabrizio Masini è scomparso prematuramente a Milano il 29 ottobre 2012.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.