Telemarket, big-inning e aggancio

L'anticipo del quinto turno allo Stadio dei Pirati va alla squadra di Mazzotti che segna 7 punti al 4° e si impone 8-2. Serata no per Martinez, Parma si ferma dopo 4 vittorie di fila

La striscia positiva del Cariparma si ferma allo Stadio dei Pirati di Rimini (8-2). Garauno del derby emiliano-romagnolo va alla Telemarket, che parte in vantaggio grazie a uno dei tre errori della svagata difesa ospite e chiude virtualmente la partita al 4° con un big-inning da 7 punti.

L'atteso ex pirata Gustavo Martinez non ha confermato le belle precedenti prestazioni incappando in una serata di scarso controllo prima di crollare alla quarta ripresa con due eliminati (rl 3.2, bvc 5, bb 4, so 5, pgl 6), dopodiché il manager ducale Gerali ha pensato bene di risparmiare Grifantini per garadue spedendo in pedana prima Cicatello (per chiudere l'inning-incubo), poi Zileri (3 riprese) e infine Gerali. Sulla sponda riminese, Jim Brower ha lanciato in scioltezza 4 riprese prima di subire un calo al 5° quando con due out e le basi vuote, il Cariparma ha messo sul tabellone i suoi due punti (rl 5, bvc 6, bb 3, so 4, pgl 2). Mazzotti ha quindi presentato Serrano che, seppure con il risultato ampiamente in mano, ha fornito la prima prova convincente della stagione (una valida e 5 strike-out in 4 riprese lanciate).

Il conto delle valide dice 8-7 per i Pirati, che però hanno avuto il merito di concentrarne ben 6 nell'inning decisivo, il 4°. Al 1° attacco invece basta una valida (il singolo di Chiarini) per sbloccare il risultato: Gonzalez (prima base concessa da Martinez) avanza sulla hit del numero 45 riminese, Chapelli riempie i cuscini con due out (altra walk) e sulla infida rimbalzante di Avagnina arriva l'errore pesante dell'acciaccato Camilo, schierato in prima base da Gerali (1-0). Brower concede due singoli al 2° a Dallospedale e Gerali (perfetto batti e corri) ma si salva lasciando al piatto Scalera e Martinez, che sembra aver ingranato la marcia, va invece in tilt già alla quarta ripresa. Con Avagnina out, Crociati batte la seconda valida riminese e avanza sulla base (la terza) concessa dal partente dominicano a Balgera.

Sul "kappa" di Spinelli c'è la doppia rubata ma i due out durano un'eternità: altra base a Santora (basi cariche), singolo interno di Gonzalez con prodezza di Dallospedale (2-0), doppio in ritardo di Chiarini (4-0), valida interna di Carvajal (5-0) e per Martinez è tempo di cambio. Entra Cicatello che concede subito una valida a Chapelli (6-0) e con le basi piene il bel contatto di Avagnina va a spolverare la linea di foul (doppio a sinistra e 8-0).

Il match è praticamente in archivio, Parma segna due punti al 5° su Brower con le valide di De Simoni, Zileri e Camilo mentre Serrano non concede più nulla dal 6° consegnando ai Pirati il temporaneo aggancio al Cariparma. E domani si replica al Nuovo Europeo per garadue. 

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.