MLB, i pronostici della National

Domenica parte l'edizione 2010 del campionato di Major League. Un approfondimento della East, Central e West Division della National League

East Division
PHILADELPHIA PHILLIES
Stagione Regolare 2009: 93-69 (1°)
Play-off: vincitori delle National League Division Series contro i Colorado Rockies, vincitori delle National League Championship Series contro i Los Angeles Dodgers, sconfitti nelle World Series dai New York Yankees
Coach: Charlie Manuel (confermato)
Situazione:
La più "American League – style" delle franchigie di National, da due anni vince la division, la lega ed arriva in fondo alle World Series (vincendole nel 2008 e perdendole la scorsa stagione), grazie al suo potente lineup
Nuovi arrivi:
Roy Halladay (lanciatore partente ex Toronto Blue Jays), Placido Polanco (terza base/seconda base ex Detroit Tigers), Juan Castro (interno ex Los Angeles Dodgers), Brian Schneider (catcher ex New York Mets), Jose Contreras (lanciatore partente ex Colorado Rockies), Ross Gload (prima base/esterno ex Florida Marlins).
Partenze:
Cliff Lee (lanciatore partente), Pedro Martinez (lanciatore partente), Pedro Feliz (terza base), Brett Myers (lanciatore), Scott Eyre (lanciatore), Chan Ho Park (rilievo), Matt Stairs (esterno)
Obiettivi:
Il recupero del closer Brandon Lidge e del partente Cole Hamels entrambi apparsi molto scarichi nelle ultime World Series faranno si che sia ancora questa la squadra da battere per la conquista della National League
Incognite:
Il recupero post-operatorio del mancino JC Romero, sospeso dall'antidoping all'inizio del 2009, è l'incognita più grande. Da verificare la migrazione di Polanco dalla seconda alla terza base. Da valutare la possibilità di inserire nella rotazione dei partenti il 47enne Jamie Moyer. Pedro Martinez è recuperabile dalla lista free agent?
Conclusioni:
L'arrivo di Halladay dovrebbe equivalere alla partenza di Lee. I giovani prospetti Phillippe Aumont e J.C. Ramirez, entrambi lanciatori partenti, sono giovani di belle speranze ma potrebbero non essere sufficientemente maturi per entrare nella rotazione dei partenti che lascia ad oggi qualche dubbio nella sua profondità.

FLORIDA MARLINS
Stagione Regolare 2009: 87-75 (2°)
Coach: Fredi González (confermato)
Situazione:
L'interbase Hanley Ramirez è leader di un lineup che ha prodotto oltre il richiesto nelle ultime due stagioni. Josh Johnson, selezionato nelle All-Star 2009, con i suoi 26 anni è tra i giovani migliori lanciatori partenti della lega
Nuovi arrivi:
Nessun arrivo di rilievo. Il successo di questa franchigia è quello di essere riuscita a mantenere con una serie di arbitrati, giocatori del calibro dei lanciatori partenti Ricky Nolasco e Josh Johnson e del seconda base Dan Uggla.
Partenze:
Matt Lindstrom (closer/rilievo), Jeremy Hermida (esterno destro), Kiko Calero (rilievo), Ross Gload (prima base), Alfredo Amezaga (utility man).
Obiettivi:
Continua la strategia della formazione "on-the-job" di questo roster che quest'anno ha nelle sue priorità l'esplosione dei giovani esterni Chris Coghlan e Cameron Maybin e dei promettenti lanciatori partenti Chris Volstad, Sean West and Andrew Miller
Incognite:
Mike Stanton (esterno), Sanchez Gaby e Logan Morrison (entrambi prima base) saranno pronti per il salto di categoria?
Conclusioni:
Questo roster, seppur molto più acerbo, ha molte affinità, anche a livello caratteriale, con quello dei Minnesota Twins del triennio 2002-2004 (quello che vinse per tre anni di fila il titolo di Central division). Quasi sicuramente non vinceranno però sicuramente potranno togliersi qualche soddisfazione.

ATLANTA BRAVES
Stagione Regolare 2009: 86-76 (3°)
Coach: Bobby Cox (confermato)
Situazione:
E' passato qualche anno dall'ultima apparizione di Atlanta alle post-season (2005). Ma questo è un roster ancora solido ed ha i mezzi per impressionare ancora.
Nuovi arrivi:
Billy Wagner (Closer ex Boston Red Sox), Troy Glaus (prima base ex St.Louis Cardinals), Melky Cabrera (esterno ex New York Yankees), Takashi Saito (rilievo ex Boston Red Sox), Eric Hinske (esterno/prima base ex New York Yankees).
Partenze:
Javier Vazquez (lanciatore partente), Rafael Soriano (rilievo/closer), Mike Gonzalez (rilievo), Adam LaRoche (prima base), Kelly Johnson (seconda base), Ryan Church (esterno).
Obiettivi:
Conta punta tutto sul monte di lancio dove nutre una immensa fiducia verso i veterani Tim Hudson and Derek Lowe
Incognite:
Nel ruolo di esterno destro da verificare la tenuta del giovanissimo Jason Heyward, al suo primo anno nelle Majors. Da verificare le condizioni di Troy Glaus
Conclusioni:
Come lo scorso anno il problema di Atlanta resta il lineup, anche se il mercato qualcosa in più a portato

NEW YORK METS
Stagione Regolare 2009: 70-92 (4°)
Coach: Jerry Manuel (confermato)
Situazione:
Poche squadre sono andate peggio dei Mets la scorsa stagione. Resta da capire perché a fronte di una media battuta di .270 (assolutamente da non buttare), nella classifica dei punti battuti a casa New York figuri al 12esimo posto della National League. A questo da associare la pessima figura di un monte di lancio che prometteva scintille…
Nuovi arrivi:
Jason Bay (esterno sinistro ex Boston Red Sox), Kelvim Escobar (rilievo ex Los Angeles Angels), Gary Matthews Jr. (esterno ex Los Angeles Angels), Rod Barajas (catcher ex Toronto Blue Jays)
Partenze:
Carlos Delgado (prima base), J.J. Putz (rilievo), Gary Sheffield (esterno), Brian Schneider (catcher).
Obiettivi:
Dopo la prima disastrosa stagione al Citi Field Jerry Manuel dovrà rigenerare il roster partendo da quei giocatori come David Wright, Jose Reyes and Carlos Beltran che sono in grado di fare la differenza. L'altra sfida sarà quella di costruire un solido monte di lancio alle spalle della stella Johan Santana.
Incognite:
Al roster sono legate le sorti di tanti giocatori importanti che provengono da fastidiosi infortuni ed atrettanti interventi chirurgici: Santana (gomito sinistro) Reyes (tendine bicipite femorale) e Beltran (chirurgia del ginocchio). Proprio quest'ultimo inizerà la stagione a campionato già avviato. Chi lo sostiturà nel frattempo tra Angel Pagan, Matthews Jr. e Fernando Martinez?
Conclusioni:
Questo è l'ultima chance per Jerry Manuel di imporsi come manager di livello. Il roster c'è e la sua speranza è che Jason Bay ripeta qui le gesta di Boston, quando è stato chiamato a sostituire un mostro sacro come Manny Ramirez.

WASHINGTON NATIONALS
Stagione Regolare 2009: 59-103 (5°)
Coach: Jim Riggleman (confermato)
Situazione:
Jim Riggleman, chiamato a metà luglio dello scorso anno a sostuire un dimissionario Acta, ha tra le mani una squadra da ricostruire. I Nationals in cinque anni di vita si sono piazzati quattro volte quinti ed una volta quarti ed hanno chiuso gli ultimi due anni con più di 100 sconfitte.
Nuovi arrivi:
Jason Marquis (lanciatore partente ex Colorado Rockies), Matt Capps (closer ex Pittsburgh Pirates), Ivan Rodriguez (catcher ex Texas Rangers), Adam Kennedy (seconda base ex Oakland Athletics), Eddie Guardado (rilevo ex Texas Rangers), Eric Bruntlett (utility player ex Philadelphia Phillies), Willy Taveras (interbase ex Cincinnati Reds) Chen-Ming Wang (lanciatore partente ex New York Yankees).
Partenze:
Mike MacDougal (Closer), Livan Hernandez (lanciatore partente), Austin Kearns (esterno), Dmitri Young (prima base), Saul Rivera (rilievo).
Obiettivi:
Niente è più importante della gestione e della buona riuscita dei giovani lanciatori partenti come Stephen Strasburg (il fiore all'occhiello dei rookies).
Incognite:
Stephen Strasburg è pronto per un salto così grande (dall'Università con la San Diego State alla MLB)? Jason Marquis è in grado di ricoprire un ruolo di primo piano nella rotazione dei partenti? Dopo lui e John Lannan chi seguirà nella rotazione? Quanta benzina ha ancora a disposizione il veterano Ivan Rodriguez?
Conclusioni:
Se tutto va come dovrebbe Washington potrebbe tornare ad avere un record intorno ai .500 in stagione.

Central Division
ST.LOUIS CARDINALS
Stagione Regolare 2009: 91-71 (1°)
Play-off: sconfitti dai Dodgers alle National League Division Series
Coach: Tony La Russa (confermato)
Situazione:
I primi 3 spot della rotazione dei partenti è stata l'arma in più dei Cardinals nella stagione regolare. Il crollo nelle Division Series è l'unica pecca di un roster perfezionato con l'arrivo, nell'estate del 2009, dello slugger Matt Holliday
Nuovi arrivi:
Brad Penny (lanciatore partente ex San Francisco Giants), Rich Hill (lanciatore partente ex Baltimore Orioles).
Partenze:
Joel Pineiro (lanciatore partente), Todd Wellemeyer (lanciatore), Rick Ankiel (esterno centro), John Smoltz (lanciatore), Mark DeRosa (terza base/prima base/esterno),Troy Glaus (terza base)
Obiettivi:
L'investimento su Albert Pujols, Matt Holliday e Chris Carpenter (47,5 milioni dollari su un tetto salariale complessivo di circa 90 milioni di dollari), lascia inevitabilmente delle lacune in altre aree del diamante. Così a coach La Russa non resta che sperarare che il giovane David Freese sia in grado di gestire la terza base e che il pitching coach Dave Duncan possa compiere un miracolo o due con il monet di lancio
Incognite:
Quanto peserà nell'inserimento di Mark McGuire nello staff la sua recente ammissione sull'uso degli steroidi? Questo sarà l'anno della consacrazione di Brendan Ryan o nel ruolo di interbase potremmo vedere una serrata lotta tra lui, Elvis Andrus, Jack Wilson e Cesar Izturis?
Conclusioni:
Il roster è poco profondo e continua ad essere troppo legata alle condizioni di Pujol e Holliday. Se calano loro sono guai, se tutto gira per il verso giusto allora restano i favoriti

CHICAGO CUBS
Stagione Regolare 2009: 83-78 (2°)
Coach: Lou Piniella (confermato)
Situazione:
Il lungo cammino che ha finalmente portato al sospirato cambio di proprietà ha influito sul rendimento di questa franchigia che lo scorso anno è stata troppo poco incisiva in attacco ed ha avuto non pochi problemi sul monte di lancio
Nuovi arrivi:
Marlon Byrd (esterno centro ex Texas Rangers), Xavier Nady (esterno/prima base ex New York Yankees), Carlos Silva (lanciatore partente ex Seattle Mariners), Jeff Gray (rilievo ex Oakland Athletics), Chad Tracy (terza base/prima base ex Arizona Diamondbacks).
Partenze:
Milton Bradley (esterno), Rich Harden (lanciatore partente), Kevin Gregg (rilievo/closer), Reed Johnson (esterno), Jake Fox (esterno/prima base/terza base), Aaron Miles (interno).
Obiettivi:
Una delle delusioni più grandi della scorsa stagione, i Cubs devono innanzitutto far crescere l'autostima del monte di lancio. Da ritrovare la fiducia nel closer Marmol. L'innesto dell'hitting coach Rudy Jaramillo è il tentativo di ridare peso all'attacco dei North Siders che è apparso negli ultimi anni evanescente.
Incognite:
Chi sostituirà il partetne Ted Lilly, alle prese con una riabilitazione post-intervento chirurgico, fino al suo rientro in giugno? Come sono le condizioni di Nady che inizierà la stagione in lista infortuni (anche lui a seguito di un intervento chirurgico)? Starlin Castro è davvero pronto per la MLB?
Conclusioni:
Costruiti per accedere alle post-season, ma per essere ancora competitivi bisogna compiere ancora uno sforzo sul mercato oppure sperare di vincere tutte le tante scommesse ancora in piedi

MILWAUKEE BREWERS
Stagione Regolare 2009: 80-82 (3°)
Coach: Ken Macha (confermato)
Situazione:
La prima stagione di Macha alla guida dei Brewers è stata deludente. La franchigia è passata da un record di 90-72 che gli consentì l'accesso alle post-season (2008) ad un 80-82 che non ha mai reso esaltante la regular season. Qualche colpa in più l'ha avuta il monte di lancio
Nuovi arrivi:
Randy Wolf (lanciatore partente ex Los Angeles Dodgers), Doug Davis (lanciatore partente), LaTroy Hawkins (rilievo ex Houston Astros), Carlos Gomez (esterno centro ex Minnesota Twins), Gregg Zaun (catcher ex Tampa Bay Rays), Norris Hopper (esterno ex Cincinnati Reds).
Partenze:
J.J. Hardy (interbase), Mike Cameron (esterno centro), Jason Kendall (catcher), Braden Looper (lanciatore partente), David Weathers (rilievo), Felipe Lopez (seconda base), Frank Catalanotto (esterno).
Obiettivi:
Nessuna squadra della National League ha avuto una peggiore rotazione di partenti dei Brewers (5.37 di media ERA). Davis e Wolf potrebbero rendere più solida la rotazione ma ci si aspettano progressi dai veterani Suppan, Bush e Gallardo.
Incognite:
Trevor Hoffman a 42 anni suonati può considerarsi ancora un closer affidabile? Il contratto di Minors a Jim Edmonds riporterà il 39enne, che lo scorso anno annunciò il suo ritiro, a giocare sull'esterno centro?
Conclusioni:
Il giovane rookie Alcides Escobar, interbase, insieme a Fielder (25 anni) e Braun (26) potrebbero costruire un buon punto di partenza per costruire un radioso futuro.

CINCINNATI REDS
Stagione Regolare 2009: 78-84 (4°)
Coach: Dusty Baker (confermato)
Situazione:
Il 2009, seconda stagione con Baker alla guida del roster, il miglioramento rispetto all'anno precedente è stato di sole 4 vittorie. Quest'anno si chiede qualcosa in più
Nuovi arrivi:
Aroldis Chapman (lanciatore partente ex Holguín, Cuba) , Orlando Cabrera (interbase ex Minnesota Twins). Aaron Miles (interno ex Chicago Cubs)
Partenze:
Jonny Gomes (esterno sinistro), Kip Wells (lanciatore)
Obiettivi:
Si punta molto su un tritico di esterni con poca esperienza ma tanto entusiasmo: Chris Dickerson a sinistra, Drew Stubbs al centro e Jay Bruce a destra.
Incognite:
Edinson Volquez, che comunque non sarà presente per metà stagione, e Chapman garantiscono solidità ad un monte di lancio che può contare anche su Johnny Cueto, Bronson Arroyo e Aaron Harang. Sarà importante capire l'impatto che avrà Chapman con la MLB.
Conclusioni:
Se i giovani sapranno ambientarsi in fretta i Reds potrebbero fare qualche sorpresa alle rivali di Division. Sicuramente potranno migliorare il record (e la posizione finale) dello scorso anno.

HOUSTON ASTROS
Stagione Regolare 2009: 74-88 (5°)
Coach: Brad Mills (nuovo)
Situazione:
Un roster quasi apatico per un coach alla sua prima esperienza come manager di una franchigia di Major
Nuovi arrivi:
Brett Myers (lanciatore partente ex Philadelphia Phillies), Matt Lindstrom (closer ex Florida Marlins), Pedro Feliz (terza base ex Philadelphia Phillies), Brandon Lyon (rilievo ex Detroit Tigers)
Partenze:
Miguel Tejada (interbase), LaTroy Hawkins (rilievo), Darin Erstad (esterno), Jose Valverde (Closer),
Obiettivi:
Il lavoro di Mills inizia dal creare una buona rotazione dei partenti alle spalle dei primi due spot Roy Oswalt e Wandy Rodriguez
Incognite:
Mentre circolano voci su un possibile passaggio di proprietà, il roster sembra in debito d'ossigeno sull'interbase dove la partenza di Tejada difficilmente sarà colmata dal pur bravo rookie Tommy Manzella
Conclusioni:
Per essere agli esordi come manager MLB, Mills si è preso una bella gatta da pelare.

PITTSBURGH PIRATES
Stagione Regolare 2009: 62-99 (6°)
Coach: John Russell (confermato)
Situazione:
L'ultimo posto della scorsa stagione ha permesso ai Pirates di diventare la prima franchigia in tutti gli sport professionistici americani a finire come fanalino di coda per 17 anni consecutivi (superando i Phillies 1933-48 che erano fermi a 16).
Nuovi arrivi:
Akinori Iwamura (seconda base ex Tampa Bay Rays), Ryan Church (esterno destro ex Atlanta Braves), Octavio Dotel (rilievo/closer ex Chicago White Sox), D.J. Carrasco (lanciatore ex Chicago White Sox), Javier Lopez (rilievo ex Boston Red Sox), Brendan Donnelly (rilievo ex Florida Marlins), Chris Jakubauskas (lanciatore partente ex Seattle Mariners), Bobby Crosby (interno ex Oakland Athletics)
Partenze:
Matt Capps (Closer), Phil Dumatrait (lanciatore partetne), Brian Bixler (interno)
Obiettivi:
Vista la pochezza del roster nelle statistiche di attacco dello scorso anno, Russell ha tra i suoi obiettivi primari quello d creare un lineup in grado di fare punti
Incognite:
I giovani prospetti Pedro Alvarez (terza base) e Jose Tabata (esterno), riusciranno a reggere il salto di categoria? Andrew McCutchen, Lastings Milledge e Garrett Jones saranno in grado di mantenere standard elevati per tutta la stagioen?
Conclusioni:
Al termine degli spring training Russell dovrà prendere delle decisioni che saranno fondamentali per il cammino del suo roster che ad oggi appare ancora troppo "fluido".

West Division
LOS ANGELES DODGERS
Stagione Regolare 2009: 95-67 (1°)
Play-off: vincitori della National League Division Series contro i St.Louis Cardinals, sconfitti nella National League Championship Series contro i Philadelphia Phillies.
Coach: Joe Torre (confermato)
Situazione:
Dominata la regular season e le Division Series, sono crollati sotto i colpi dei Phillies fallendo all'ultimo l'obiettivo delle World Series
Nuovi arrivi:
Reed Johnson (esterno centro ex Chicago Cubs), Jamey Carroll (seconda base ex Cleveland Indians), Brian Giles (esterno destro ex San Diego Padres), Ramon Ortiz (lanciatore Orix Buffaloes Giappone).
Partenze:
Randy Wolf (lanciatore partente), Jon Garland (lanciatore partente), Orlando Hudson (seconda base), Juan Pierre (esterno), Mark Loretta (interno), Jim Thome (prima base), Jason Schmidt (lanciatore partente).
Obiettivi:
Kershaw e Billingsley, che hanno vinto solo 20 delle 62 partenze lo scorso anno, sono chiamati a migliorarsi se vogliono imporsi come leader della rotazione dei partenti
Incognite:
Il rendimento di Manny Ramirez, giocatore di sicura qualità ma psicologicamente a dir poco incostante, nel suo ultimo anno di contratto è il punto interrogativo più grande per il roster di Joe Torre. In un monte di lancio che ha perso qualcosa da valuare il rookie Josh Lindblom
Conclusioni:
Wolf, Garland e Schimidt non sembrano essere stati rimpiazzati con partenti all'altezza. La sensazione è che, seppur ancora fortissimi, i Dodgers possano avere qualche difficoltà in più rispetto al 2009

COLORADO ROCKIES
Stagione Regolare 2009: 92-70 (2° – Vincitori della Wild Card)
Play-off: sconfitti dai Philadelphia Phillies alle National League Division Series
Coach: Jim Tracy (confermato)
Situazione:
La stagione scorsa Colorado ha vinto la sua seconda Wild Card in tre anni, stabilendo un nuovo record di afflusso di tifosi al Coors Field. L'entusiasmo che ruota intorno a questa giovane franchigia potrebbe essere l'arma in più
Nuovi arrivi:
Miguel Olivo (catcher ex Kansas City Royals), Melvin Mora (terza base ex Baltimore Orioles), Paul LoDuca (catcher ex Florida Marlins fermo nel 2009).
Partenze:
Yorvit Torrealba (catcher), Jason Marquis (lanciatore partente), Jose Contreras (lanciatore partente), Garrett Atkins (terza base), Matt Murton (esterno)
Obiettivi:
Sostituire Marquis con un lanciatore partente da 15 vittorie a stagione è la priorità. Se Jeff Francis si è ristabilito a pieno dall'infortunio potrebbe essere lui l'uomo giusto. Il prospeto mancino Christian Friedrich potrebbe essere la piacevole novità.
Incognite:
Le prestazioni di Carlos Gonzalez potrebbero essere determinanti nel bene e nel male per questa franchigia. Da valutare le condizioni di Jorge De la Rosa
Conclusioni:
Troy Tulowitzki, Brad Hawpe e Dexter Fowler: sono loro i nomi trainanti di un roster che anche quest'anno potrà giocarsi più di una chance per l'accesso alle post-season

SAN FRANCISCO GIANTS
Stagione Regolare 2009: 88-74 (3°)
Coach: Bruce Bochy (confermato)
Situazione:
Le 88 vittorie della scorsa stagione sono un ottimo punto di partenza. I Giants con Bochy sono arrivati quinti, poi quarti ed infine terzi. La scorsa stagione hanno sfiorato per un pelo l'accesso alle post-season perdendo la Wild Card sul filo di lana. Il segreto del successo di questa franchigia è legata ad un solido monte di lancio guidato dal giovanissimo Tim Lincecum, Cy Young Award per due anni consecutivi.
Nuovi arrivi:
Mark DeRosa (esterno sinistro/terza base ex St.Louis Cardinals), Aubrey Huff (prima base/esterno ex Baltimore Orioles)
Partenze:
Randy Winn (esterno), Brad Penny (lanciatore partente), Randy Johnson (lanciatore partente), Bob Howry (rilievo), Ryan Garko (prima base), Rich Aurilia (interno).
Obiettivi:
Bisogna produrre più corse sulle basi per supportare il fantastico gruppo di lanciatori che la scorsa stagione è stato tra i migliori delle Majors
Incognite:
Pablo Sandoval può migliorare ancora è diventare definitivamente un campione affermato? La conferma di Bengie Molina è più utile o deleteria al suo erede Buster Posey? De Rosa avrà recuperato dalla lesione al polso che lo ha costretto a giocare part-time a St. Louis?
Conclusioni:
Con una rotazione dei partenti composta da Tim Lincecum, Matt Cain, Barry Zito, Jonathan Sanchez ed il prospect Madison Bumgarner (27-5, 1,69 ERA in 49 partite), i Giants si candidano ufficialmente alla vittoria della Division

SAN DIEGO PADRES
Stagione Regolare 2009: 75-87 (4°)
Coach: Bud Black (confermato)
Situazione:
Periodo nero del baseball a San Diego con i Padres che vivacchiano senza grandi speranze di successi
Nuovi arrivi:
Jon Garland (lanciatore partente ex Los Angeles Dodgers), Yorvit Torrealba (catcher ex Colorado Rockies), Scott Hairston (esterno sinistro ex Oakland Athletics), Jerry Hairston Jr. (utility player ex New York Yankees), Aaron Cunningham (esterno ex Oakland Athletics), Matt Stairs (esterno/prima base ex Philadelphia Phillies).
Partenze:
Kevin Kouzmanoff (terza base), Brian Giles (esterno sinistro), Henry Blanco (catcher)
Obiettivi:
Migliorare il lineup intorno a Adrian Gonzalez è l'obiettivo primario, ma anche riqualificare il monte di lancio è fondamentale.
Incognite:
Quanto peserà l'assenza per ifortunio di Chris Young? Quale sarà il rendimento di Chase Headley che, dopo essere passato la scorsa stagione esterno sinistro, verrà riproposto in terza base?
Conclusioni:
Momenti duri per i Padres che però devono far quadrato intorno ai campioni del roster e cercare di alimentarsi delle loro ambizioni. Ammesso che nel frattempo la proprietà non decida di privarsi anche di loro…

ARIZONA DIAMONDBACKS

Stagione Regolare 2009: 70-92 (5°)
Coach: A.J. Hinch (confermato)
Situazione:
Nessun sussulto la passata stagione. Neanche con il passaggio di consegne tra Bob Melvin ed AJ Hinch alla guida del roster si è evitato il peggior record stagionale degli ultimi anni.
Nuovi arrivi:
Edwin Jackson (lanciatore partente ex Detroit Tigers),Ian Kennedy (lanciatore partente ex New York Yankees), Adam LaRoche (prima base ex Atlanta Braves), Aaron Heilman (lanciatore ex Chicago Cubs), Bob Howry (rilievo ex San Francisco Giants), Kelly Johnson (seconda base ex Atlanta Braves)
Partenze:
Max Scherzer (lanciatore partente), Doug Davis (lanciatore partente), Daniel Schlereth (lanciatore), Scott Schoeneweis (rilievo), Eric Byrnes (esterno)
Obiettivi:
Si riparte da Brendon Webb, recuperato appieno dopo l'infortunio e dal nuovo arrivo Jackson
Incognite:
Come giocherà Kennedy lontano da New York? Jackson ripeterà la bellissima stagione di Detroit?
Conclusioni:
La stagione dei D-backs sembra legata a doppio filo dal ritorno in forma della stella Brandon Webb

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.