Fortitudo, preso Reginato. In arrivo Santaniello

Il 19enne catcher ed il seconda base di Caracas provengono dal Reggio Emilia. La società bolognese campione d'Italia ha inoltre acquistato dal Latina, a titolo definitivo, il lanciatore Ularetti

Fortitudo, fatti e… rumors. Mattia Reginato è già in biancoblù. Accordo raggiunto. Il giovane talento lanciato dal Latina, autore di un buon campionato a Reggio Emilia nella sua stagione da debuttante nell'Italian Baseball League, è il primo acquisto della società bolognese del presidente Stefano Michelini. Reginato, 19 anni, catcher e battitore designato, può essere utilizzato anche come esterno.
E sempre con il Latina è stato raggiunto l'accordo per l'ingaggio in via definitiva del lanciatore (classe 1989) Alessandro Ularetti.
Ma un altro giovane talento italiano sembra essere in arrivo a Bologna: è Livinston Santaniello, il ventiduenne seconda base che veniva dato per sicuro in Maremma alla corte di Ruggero Bagialemani ma che – invece – pare molto più vicino al club campione d'Italia. Santaniello sarebbe proprio ad un passo dalla firma. Autentica rivelazione della stagione scorsa, il giocatore schierato da leadoff nel lineup del Reggio Emilia ha chiuso la regular season 2009 con .278 di media battuta e .974 di media difesa.
E dunque la Fortitudo, a caccia di giocatori di "scuola" italiana, parte con il piede giusto. Christian Mura, l'uomo-mercato della Società, si sta muovendo con abilità. In stretta collaborazione con il manager Marco Nanni (premiato con il "Baseball.it Award 2009" come "allenatore dell'anno"), ovviamente riconfermato dalla Fortitudo con un contratto biennale. Seppure la dirigenza non sia ancora in grado di quantificare il budget che avrà a disposizione (stanno proseguendo le trattative per assicurarsi il main sponsor ed eventualmente altri partners) si lavora con una certa intensità sul mercato. E la squadra per la stagione 2010 è già in via di definizione.
Del cast che ha vinto lo scudetto nell'agosto scorso, con un finale di stagione esaltante, sono sotto contratto Fabio Milano (lanciatore), Alessandro Ularetti (lanciatore), Juan Pablo Angrisano (catcher), Juan Carlos Infante (interbase), Yulman Ribeiro (lanciatore), Stefano Landuzzi (esterno sinistro), Francesco Alaimo (interno). In via di rinnovo il contratto con Fabio Betto (lanciatore) e Joe Mazzuca (interno). Del roster per la prossima stagione presumibilmente faranno parte anche Breveglieri e Fornasari.
Per quanto riguarda i giocatori stranieri, la Fortitudo è intenzionata a tenersi stretta "mister utility" Eddy Garabito (esterno e interno) e i lanciatori Jesus Matos e Victor Moreno. Garabito potrebbe essere l'unico straniero della Fortitudo Bologna come position player. Infatti la presenza di due oriundi (italiani "non Asi"), Infante e Mazzuca, in coincidenza con l'obbligo di schierare dalla prossima stagione 6 giocatori di scuola italiana, spinge la società campione d'Italia verso una scelta obbligata. Vale a dire, quella di mantenere il doppio lanciatore straniero.
In realtà, per il rinnovo del contratto di Joe Mazzuca non c'è ancora nero su bianco, ma tutto lascia pensare che Mazzuca indosserà ancora la casacca biancoblù. La Fortitudo infatti non ha alcuna convenienza a "sacrificarlo" per uno straniero, poiché Joe diventerà giocatore di scuola italiana dal 2011. E dunque è meglio tenerselo stretto. Presumibilmente sarà proprio Mazzuca nella prossima stagione a difendere l'angolo caldo di terza base, lasciato da Giovanni Pantaleoni che ha firmato per San Marino.
Ovviamente il "mercato" della Fortitudo prosegue. Servono altri due "Asi" in position player (soprattutto un "legno" consistente, avendo la Fortitudo perduto Liverziani e Austin). Per il monte di lancio si ipotizza il ritorno di Cody Cillo, che andrebbe a far coppia con Ribeiro. Però sarebbe preferibile un buon lanciatore italiano, disponibile cioè per due partite anziché una. Infatti per "gara-3" potrebbe risultare insufficiente – di fronte ad eventuali contrattempi – un cast formato soltanto da Betto, Ularetti e Milano.

Avatar
Informazioni su Maurizio Roveri 192 Articoli
Maurizio Roveri, giornalista professionista, è nato il 26 novembre 1949. Redattore di Stadio dal 1974, e successivamente del Corriere dello Sport-Stadio, fino al gennaio 2004. Iscritto nell'Albo dei giornalisti professionisti dal luglio 1977. Responsabile del basket nella redazione di Bologna, e anche del pugilato. Caporubrica al Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Inviato ai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in varie città d'Italia, del 1990 a Edmonton in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Dal 2004 al 2007 collaboratore del quotidiano "Il Domani di Bologna" per baseball, pugilato, pallavolo.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.