L'attesa Mondiale, non spasmodica 

Coppa al Villaggio presso il "Marina di Nettuno", manifesti anonimi e biglietteria chiusa. Ma la città del baseball non tradirà

Al villaggio c'è la Coppa che domenica sarà assegnata ai vincitori del Mondiale. L'hanno accolta i ragazzini festanti delle giovanili del Lions, portata dal sindaco Alessio Chiavetta che l'aveva ricevuta poco prima dal primo cittadino di Roma Gianni Alemanno. Nello spazio ricavato al "Marina di Nettuno" qualche curioso oltre a chi, da queste parti, il baseball ce l'ha nel sangue. Lo stand vende gadget e materiale dell'Italia, in particolare, mentre allo stadio ad accogliere il pubblico (ieri sera ben poco per la verità) c'era lo stand della Regione Lazio oltre a quello del merchandising. Al villaggio al porto, inoltre, c'è la "gabbia" di battuta che viene provata volentieri da chi un giorno vorrebbe indossare la casacca azzurra e, perché no, emulare i nettunesi che già giocano negli Usa con il sogno della Major League e chi, invece, si diverte semplicemente a provare. Nella "Città del baseball" cresce l'attesa, anche se non sembra spasmodica. Ad annunciare i Mondiali, tutto intorno, gli striscioni ed i manifesti che sembrano a dire il vero improvvisati con le partite in programma al "Borghese".

Certo, il calendario si è saputo solo all'ultimo ma un minimo di grafica che richiamasse il Mondiale poteva pure starci… Invece scritte blu su fondo bianco, un classico "due colori" tipografico senza alcuno sforzo. E mentre al "Borghese", di mattina, si lavora alle pulizie, la biglietteria resta chiusa, con quattro persone che chiedono invano informazioni su quando aprirà, rassegnandosi alla fine a tornare perché non se ne parla prima del pomeriggio. Qualche sbavatura, insomma, in un clima molto "mediatico" ma finora poco "partecipato". Questa almeno l'impressione, con la certezza che la città dove si vive di pane e baseball non tradirà. La grande attesa è per domenica, quando la Coppa lascerà la teca nella quale si trova e con la quale ha girato mezza Italia per finire nelle mani dei campioni del mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.