Prende forma l'Italia, tra dubbi e certezze

Si è iniziato a lavorare lunedì al centro di Tirrenia, poi dopo il primo periodo di preparazione i verdetti per la formazione del roster che usciranno dall'Italian Baseball Week contro Cuba, Venezuela e Taiwan (in Italia per preparare anche loro il mondiale), e dall'8 all'11 settembre l'European Baseball Week contro l'Olanda.

Sta prendendo dunque forma la nazionale del manager Marco Mazzieri in vista del mondiale, che per la prima fase di preparazione ha convocato i seguenti giocatori: Patrone e Quattrini (Rimini), Da Silva e Schiavoni (San Marino), Grifantini e Corradini (Parma), Ularetti (Bologna), D'Amico, Cooper, Riccardo De Santis  e Oberto (Grosseto), Camardese (Godo) e Torres (Paternò), per quanto concerne i lanciatori. Due i ricevitori, vale a dire Angrisano (Bologna) e Camargo (Rimini), poi sette interni, Dallospedale e Sambucci (Parma), Francesco Imperiali, Rovinelli (San Marino), Infante e Mazzuca (Bologna), Santora (Rimini), Ramos Gizzi (Grosseto), e infine cinque esterni, Avagnina, Chiarini e Crociati (Rimini), Andrea De Santis (Grosseto) e Zileri (Parma).

Ma più che i nomi di chi ci sarà, sono pesantissime le assenze al quale il manager dovrà far fronte. Primo su tutti Alex Liddi, che i Mariners terranno con sé in vista dei play off di Singolo A avanzato. Disco rosso anche da Olenberger, Cervelli, Denorfia, Ottavino e Pagnozzi. Non ci sarà nemmeno Peppe Mazzanti, da tempo alle prese con un infortunio alla schiena che lo ha tenuto lontano dal campo anche dalla Coppa Italia, e neanche Fabio Milano del Bologna. Da tempo avevano rinunciato Liverziani e Betto, così come non ci sarà Carlos Richetti, a causa di qualche screzio di troppo durante il periodo preparatorio del World Baseball Classic.

Una nazionale che a questo punto sarà senza giocatori provenienti dal Nettuno, se si eccettua Alberto D'Auria in veste di collaboratore tecnico insieme a Gerali, Bill Holmberg, Claudio Vecchi e Mike Piazza, atteso quest'ultimo per il 10 settembre.

Per quanto riguarda qualche ulteriore innesto, si spera in Alessandro Maestri. I Cubs hanno dato l'assenso, ma ancora non c'è la conferma del giocatore. Mentre dovrebbero essere del roster ufficiale, che sarà comunicato al termine dell'European Baseball Week, Panerati e D'Angelo, impegnati entrambi negli States. 

Mauro Cugola
Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.