Derby United-Bollate, un pari che accontenta tutti

Sardo sul mound (2 valide concesse) ed il cubano Silva in attacco lanciano lo United in garauno (12-4), pari del Bollate in garadue con il colombiano Montez che trascina il Coil al successo (6-1)

Il derby tra Coil Bollate e Milano Senago United finisce 1-1. Con lo United che ancora una volta è costretto a rinviare l'appuntamento con la prima doppietta stagionale. Un pareggio che consente a Chiesa e compagni di restare a metà classifica, ma senza fare ancora il salto di qualità. Ci si aspettava molto dalla stracittadina, ma alla fine sono uscite due partite a senso unico, con il Bollate annientato nella prima sfida e lo United addormentato nella partita giocata in notturna. Due partite che portano sostanzialmente la firma di due lanciatori: Andrea Sardo grande rilievo di Bortolomai nel primo incontro (2 sole valide concesse al Bollate in 8 inning) e Alvaro Montez, padrone assoluto della partita in serata (5 valide dello United in 8 riprese). Così si spiegano i punteggi senza storia delle due sfide: 12-4 per la franchigia milanese e 6-1 per i cugini.
Nel primo incontro, testa a testa almeno nei primi tre inning. Castro manda a sorpresa sul monte dello United Alessandro Bortolomai, disponibile dopo l'intervento alla spalla subito quest'inverno, ma il pitcher subisce forse troppo la tensione del debutto stagionale proprio nel derby. Il Bollate ne approfitta, va in vantaggio immediatamente con un homer del primo uomo del line up (Freddy Guadagnino) e arrotonda con un doppio di Candotti che manda a casa Pistocchi (valida) e Diego Guadagnino (base ball). Sul 3-0 però Bortolomai trova il ritmo giusto e chiude con tre out. Lo United accorcia nell'inning seguente: base a Silva, singolo di Chiesa (vero uomo derby in battuta con 3 su 4 al pomeriggio e la valida che rompe il ghiaccio su Montez in serata) e doppio di Maldonado. Ma con i corriodori in seconda e terza e zero out, gli uomini di Castro sprecano tutto sganciandosi sciaguratamente dalle basi su battuta di Moia e favorendo un incredibile doppio gioco bollatese.
Nel secondo attacco i padroni di casa allungano ancora. Base all'oriundo Conte e singolo di Uberti: Castro toglie Bortolomai e mette Sardo a lanciare. Il nuovo entrato se la cava subito con un doppio gioco, ma prima di chiudere l'inning subisce da Pistocchi la valida del 4-1. Cambio di campo e lo United pareggia: triplo di un Realini in gran spolvero, Milani colpito, singolo di Drago ed è il 4-2; poi Wong batte in doppio gioco, ma subito dopo Conrado Silva pareggia il conto dei fuoricampo e batte oltre l'esterno sinistro la palla del 4-4.
A quel punto sale in cattedra Andrea Sardo che non fa più vedere la palla ai bollatesi (solo Pistocchi gli toccherà ancora un valido ininfluente al 5° inning) e consente ai compagni di allungare proprio sul rilievo bollatese Candotti che viene castigato da Wong al 5' (6-4) e poi ancora dal terza base cubano, da Chiesa, Maldonado, Realini e Milani al 7' per il definitivo 12-4. Il Bollate non reagisce più e il primo match del derby è a favore dello United.
In serata cambia completamente l'inerzia della stracittadina. Lo United si affida a un Bonfanti non sui livelli di Collecchio, ma soprattutto la squadra della franchigia torna in campo con una difesa completamente stonata: basti pensare che il primo battitore va in base su errore di Silva, poi va in seconda su errore di Bonfanti che gioca male un bunt e fa arrivare salvo anche il battitore. Ancora un bunt e una palla mancata ed è l'1-0 senza subire valide.
Senza la difesa vista a Collecchio è davvero difficile reggere il confronto con un altro lanciatore di classe come il colombiano Montez. Ma il diamante dello United è in serata no e ad ogni distrazione viene regolarmente punito: un altro errore di Silva al 2° ed è il 2-0; errore di Mejia al 4° ed è 3-0. Al 5° poi Bonfanti va definitivamente in crisi: subisce due valide di Poratelli e Diego Guadagnino e poi regala 2 punti con tre basi consecutive a Anedda, Mario Minervino e Freddy Guadagnino. Castro a quel punto lo sostituisce con Corba, ma ormai la frittata è completata, anche perché l'attacco United non dà segni di vita. All'8' si sveglia Maldonado con un gran triplo che vale il punto della bandiera battuto a casa da Bacio, ma un doppio di Candotti ristabilisce le distanze e si chiude sul 6-1.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.