Nuovo diamante da 500 posti a Conegliano

Domenica l'inaugurazione dell'impianto che ha richiesto quasi 2 milioni di euro di investimento e si estende su un'area di oltre 26mila metri quadrati – Il sindaco Maniero: "Una nuova perla destinata ad attirare grande attenzione"

Un diamante tutto nuovo ed intitolato ad "Adelio Freschi" quello che verrà inaugurato domenica prossima 5 aprile a Conegliano, in provincia di Treviso. Un "regalo" alla decennale presenza del baseball nel comune trevigiano di cui Freschi è stato il primo presidente nel lontano 1971 e che vede oggi iscritti alla società sportiva Baseball Club Conegliano oltre 100 atleti nei campionati di C1, Ragazzi, Allievi e serie B di softball.
Un impianto, quello voluto dalla locale amministrazione, "molto piacevole esteticamente – come riferito dal sindaco Alberto Maniero – una perla destinata ad attirare una grande attenzione". L'impianto, costruito con l'intento di ospitare anche eventi e tornei di livello internazionale, è costato quasi 2 milioni di euro e si estende su una superficie di oltre 26mila metri quadrati. Le tribune potranno contenere oltre 500 persone sedute, mentre la parte sottostante ospiterà gli spogliatoi, l'infermeria e la club-house della società. Regolare, con la normativa internazionale, anche l'impianto d'illuminazione.
La cerimonia d'inaugurazione, che avrà inizio alle 12 con il consueto saluto delle autorità locali, si concluderà verso le 13.30 circa con la disputa di un amichevole "di lusso" tra la nazionale italiana juniores vice-campione d'Europa 2008 e la Rappresentativa Veneto di pari categoria.
Nel corso della stagione 2009 la provincia di Treviso vedrà ben tre società partecipare al campionato nazionale di serie C1: Castelfranco Veneto, Ponzano Veneto e, appunto, Conegliano; con la trevigiana Ponte di Piave impegnata nel campionato di Serie B.

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.