L'infinita gioia di Liddi e Piazza

Il terza base azzurro commosso a fine gara: "Il momento più bello della mia carriera". Mike Piazza: "Da oggi inizia una nuova era per il baseball italiano". Fraccari: "Un successo per l'intero movimento"

TORONTO – Ha gli occhi lucidi Alex Liddi. La voce è rotta dall'emozione. Le immagini, come fosse un replay, scorrono nella sua mente. La battuta di Morneau, la presa, la fucilata in prima, con Mazzanti in attesa, per chiudere l'eliminazione. Italia batte Canada 6-2. Anche Piazza non sta nella pelle. Sprizza autentica gioia da ogni poro. Denorfia si gode il suo momento di gloria. Un singolo e tre doppi, nuovo record per il Classic.
"E' un'emozione grande, uno dei momenti più belli della mia vita – dice commosso Alex Liddi – Questo successo ha un significato enorme per il baseball italiano. Da oggi tutte le avversarie ci rispetteranno di più perché hanno visto cosa siamo in grado di fare. Con il Venezuela dobbiamo comportarci come abbiamo fatto stasera. Se l'Italia gioca così possiamo arrivare lontano. Sono contentissimo per tutti noi, ci dobbiamo godere questo momento, ce lo meritiamo. Quando c'è stato l'ultimo out sono corso da Jason e l'ho abbracciato, se lo merita: è una gran bella persona e l'altra sera era dispiaciuto per la sconfitta. Anch'io tenevo molto a questa gara, mi piace tentare anche le cose impossibili. Ero un po' teso prima dell'inizio, poi mi sono sciolto e ho dato davvero il massimo. Adesso ho bisogno di un pò di riposo, sono davvero stanco. Per domani ho bisogno di altra energia. Adesso però corro da mia mamma Flavia che era in tribuna, dedico a lei la vittoria, ma anche a mio padre Agostino e mio fratello Thomas. Ma un pensiero particolare va anche alla squadra, che ha giocato con grinta. Sono davvero felice…"
Mike Piazza è richiestissimo dai media americani, e non solo. E' lui il testimonial del nostro baseball. Una gioia indescrivibile che non riesce a contenere. "Da oggi inizia una nuova era per il baseball italiano. E' una vittoria incredibile che spero darà un forte impulso allo sviluppo del gioco in Italia. Il futuro del baseball sono i bambini. Questi successi italiani possono incoraggiare la gente a giocare di più, a credere nel baseball. Guarda Maestri e Liddi, loro possono arrivare in Major. Domani, sì, c'è il Venezuela. Non dobbiamo fare errori e difendere in modo aggressivo, come stasera, senza alcuna paura. Al nono, ero confidente di riuscire a vincere. Sono molto emozionato, è il giusto riconoscimento ad un duro lavoro che abbiamo fatto. Marco Mazzieri era molto serio e concentrato nel dug-out. E ‘ come un generale. Cerca di tenere tutto sotto controllo, ma quando devo dire qualcosa lo fa in modo molto semplice ed efficace. Questo successo è per la squadra. Forza Italia…"
Last but not least, il presidente federale Riccardo Fraccari, felice ma ancora visibilmente teso anche se la partita era già terminata da una mezz'ora circa. "Credo che questa nostra affermazione sia la riprova che quella con il Venezuela era un'Italia di valore. Sabato scorso mi ero emozionato, soprattutto nei primi cinque inning. Oggi il monte si è vendicato, confermando la bontà degli azzurri. Ho visto la partita dietro casa base, da solo, soffrendo fino alla fine. In questa squadra ci sono 4-5 elementi della nostra Accademia. Il significato vero di questa vittoria sta nel fatto che cominciamo a raccogliere concretamente i primi importanti risultati del nostro lavoro. Però non montianoci la testa e godiamoci il momento di festa. Di quel progetto di ristrutturazione che stiamo portando avanti e che riguarda diversi aspetti del nostro baseball. Chi pensa che i risultati arrivino in tempi brevi sbaglia di grosso. Mi auguro solo che le nostre società si rendano conto del valore di questo successo e facciano sempre più giocare i nostri giovani. E' un progetto chiaro, il nostro, ed i risultati si ottengono tutti insieme. E la squadra è il baseball italiano".

Informazioni su Filippo Fantasia 674 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.