Aspettando di nuovo il Venezuela

Il coach Gerali: "Ottavino è un gran bel prospetto, la sua velocità raggiunge le 93-94 miglia orarie. Gonzalez? Soffre molto i corridori in base" – Cervelli: "Partita stretta, ce la metteremo tutta per vincere"

TORONTO – Batting practice in scioltezza al Rogers Center per gli azzurri. Manca poco alla quinta partita della Pool C che vedrà Italia e Venezuela contendersi la qualificazione per Miami. Gilberto Gerali esamina il match di sabato e quello di oggi: "Avevamo preparato bene anche quella gara, ma lì c'era un'ulteriore prova di appello. Oggi dentro o fuori. Il Venezuela ha un line-up che non ha eguali, forse addirittura superiore a quello degli USA. Possiamo dire la nostra se il monte di lancio riesce a controllarlo. Pascucci non è nel line-up perché ha mostrato qualche carenza offensiva di recente. Sono però certo che se ci sarà bisogno Valentino può scendere in campo e dire la sua. Adam Ottavino? È un lanciatore con un ottimo braccio, ha una velocità che raggiunge le 93-94 miglia orarie. Lo abbiamo visto nelle amichevoli in Florida. È un gran bel prospetto e può crescere ancora. Sarebbe già importante tenerci in partita per 3-4 inning, pronto a rilevarlo c'è Tiago Da Silva. Il loro partente, Enrique Gonzalez, viene dal triplo A (Portland) ed è stato compagno di squadra di Ciofrone. Peter ci segnalava che soffre molto quando ha uomini in base".
Tra i più gasati dopo il terzo eliminato all'ultimo inning contro il Canada, c'è il ricevitore Francisco Cervelli. Suo papà Emanuele è originario di Bitonto, in provincia di Bari. Che partita sarà?
"Dobbiamo stare molto attenti e giocare in modo semplice, senza commettere errori. Sarà una partita da risultato stretto secondo me, ce la metteremo tutta per cercare di vincere. Ieri abbiamo festeggiato il successo sul Canada, è importante per il baseball italiano per farlo crescere e portarlo ad un livello superiore, professionale. E' una festa che è durata poco, ci siamo subito rituffati sul match di oggi. Questa è una squadra incredibile, unita e fatta di persone positive".

Informazioni su Filippo Fantasia 674 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.