Il baseball avanza in Puglia, nuove società a Matino e Grottaglie

Il Salento Baseball nasce grazie all'iniziativa di alcuni genitori dello Junior Club, mentre a Grottaglie un gruppo di ragazzi ha fondato la Grottaglie Black Sheep Baseball

Nascono e crescono anche in Puglia nuove società di baseball rivolte soprattutto alle giovani leve. Non si sono ancora spenti gli echi delle belle prestazioni a livello agonistico nella passata stagione, che il nuovo anno celebra due belle iniziative che danno la giusta proporzione di quanto grande sia l'interesse della Puglia verso il baseball. A Matino e Grottaglie sono stati infatte costituite due nuove società che svolgeranno attività giovanili.
A Matino, punta di diamante della regione, sono stati i genitori dei ragazzi dello Junior Club che, per far crescere ancora di più il settore, hanno deciso di fondare un club che ha preso il nome di Salento Baseball. Una nuova società nata quindi all'ombra di un'altra realtà più nota e consolidata. "Non è quella che in gergo tecnico si chiama franchigia dello Junior Club -precisare Ivan Del Fiore, presidente della neo-società – ma potrebbe essere tranquillamente una sorta di prova generale in vista dell'imminente ed auspicata franchigia pugliese. Anche il nome è stato frutto di attenta valutazione: infatti non è un caso che sia ben evidenziato il nome Salento. Vuol essere un segnale del fatto che baseball non deve essere un'esclusività solo matinese ma sarebbe bello farlo diventare una realtà di tutto il territorio".
Diverso quanto accaduto invece a Grottaglie. Un territorio pressoché vergine, dove un gruppo di ragazzi ha fondato la Grottaglie Black Sheep Baseball. In realtà, a Grottaglie il baseball era già molti anni fa ma le attività di una piccola ma bella realtà si erano presto esaurite. Ora invece l'entusiasmo rinnovato di un gruppo di ragazzi sembra avere dato nuova energia per superare tutti gli inevitabili ostacoli di un inizio di avventura come questo. "Gli inizi sono sempre difficoltosi – dichiara il neo presidente Michele Fornaro – ma ci consideriamo comunque fortunati perché abbiamo trovato da subito la collaborazione del Comune, dei giovani che si sono avvicinati spontaneamente e della stessa Federazione che è stata sempre prodiga di consigli. Ho molta speranza – prosegue Fornaro – se il baseball è il secondo sport praticato al mondo c'è sicuramente un motivo, mi auguro che possa in Italia divenire una valida alternativa al calcio e non essere da esso soffocato".
Legittima la soddisfazione di Alessandro De Marco, che veste anche i panni di delegato regionale della FIBS: "L'anno per me non poteva cominciare in maniera migliore .La notizia della nascita di due nuove società è sicuramente il risultato di un oscuro e paziente lavoro di diffusione della cultura di questo sport che finalmente comincia a dare i suoi frutti. Al di la della soddisfazione per me questo è un ulteriore stimolo ad essere sempre più presente ed attento alle necessità soprattutto di queste piccole realtà che meritano il massimo del supporto".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.