Storico! Due lanciatori dall'India ai Pittsburgh Pirates

Per Dinesh Patel, 19 anni, destro, che spara missili a 93 miglia orarie e Rinku Singh, 20 anni, che lancia a 84 miglia, contratti da free agent dopo una trasmissione TV – Cala il sipario sulla MLB 2008 con una valanga di premi

Hanno 20 e 19 anni. Provengono da Uttar Pradesh, uno stato dell'India Settentrionale, e non hanno mai giocato in una vera partita di baseball prima d'ora. Poi approdano alla Tv indiana, alla trasmissione "The Million Dollar Arm" (decina di migliaia di giovani partecipanti per selezionare chi lanciava almeno a 85 miglia orarie). Non vincono il milione di dollari di montepremi, ma un viaggio negli direttamente negli USA, oltre ad una comunque "interessante" somma di denaro.
Dopo diversi mesi all'Università della Southern California, agli inizi di novembre Rinku Singh e Dinesh Patel si sono trovati ad effettuare un try-out in Arizona davanti a 30 scout delle organizzazioni di Major League. E i Pittsburgh Pirates hanno offerto loro un contratto da free-agent, assicurandosi le prestazioni dei due lanciatori (Singh, 20 anni, mancino viaggia a 84 miglia orarie, Patel, 19 anni, destro lancia a 93) aprendo così una nuova frontiera. L'India. Un fatto storico non solo per il baseball americano, ma per tutti gli sport pro a stelle e strisce. E la coppia è adesso attesa in Major League, ma non prima di 3-4 anno di leghe minori.
Per il resto il mercato del baseball USA sta vivendo un momento di studio, visto il valore dei tanti free-agent presenti in questa post-season. Manny Ramirez, C.C. Sabathia, Rafael Furcal, Mark Texeira, Francisco Rodriguez, Jake Peavy e Kerry Wood sono solo alcuni dei nomi che sicuramente animeranno il mercato da qui al prossimo marzo, quando andrà in scena il World Baseball Classic.
Intanto è calato definitivamente il sipario sulla stagione con l'assegnazione degli "Awards 2008". Innanzitutto l'MVP che ancora una volta vede sugli scudi Albert Pujol, già vincitore nel 2005, e Dustin Pedroia, primo giocatore dei Red Sox a vincere questo titolo dopo Mo Vaughn nel 1995 e primo seconda base dopo Nellie Fox (White Sox) nel 1959.
Nessuna sorpresa per l'assegnazione del titolo di "Rookie of the Year" con i preannunciati trionfi di Geovany Soto per la NL e di Evan Longoria per la AL. Il catcher dei Cubs è il primo ricevitore a vincere il titolo dopo Mike Piazza del 1993 ed il primo portoricano dopo Benito Santiago nel 1985. Il terza base dei Rays è invece il primo giocatore di Tampa a fregiarsi di questo riconoscimento.
Joe Maddon e Lou Piniella si dividono invece il titolo di "Manager of the Year". Novità assoluta il coach di Tampa, terza volta invece per quello dei Cubs anche se, nelle due precedenti edizioni, Piniella aveva vinto il premio per la AL. Il "Cy Young Award" è stato vinto da Cliff Lee degli Indians (secondo lanciatore di Cleveland consecutivo) e da Tim Lincecum dei Giants (primo lanciatore di San Francisco a vincere il titolo dopo Mike McCormick nel 1967).
Per quanto riguarda i Gold Glove Awards c'è la consacrazione di Greg Maddux (NL) come il giocatore che ha collezionato più guanti d'oro in carriera: con quello di quest'anno, il quinto consecutivo, il pitcher dei Dodgers tocca quota 18. Molto più staccata la coppia di esterni Suzuki-Hunter che con quello attuale sono arrivati ad 8 di fila. Ichiro ne ha vinto uno in ogni stagione disputata in MLB. Mike Mussina, che ha da poco annunciato il suo ritiro, ha vinto come pitcher della AL. Tra i catcher Joe Mauer (Minnesota) e Yader Molina (Saint Louis). Prima base Carlos Pena (Tampa) e Adrian Gonzalez (San Diego). Seconda base Dustin Pedroia (Boston) e Brandon Phillips (Cincinnati). Interbase Michael Young (Texas) e Jimmy Rollins (Philadelphia). Terza base Adrian Beltre (Seattle) e David Wright (New York Mets). Esterni Ichiro Suzuki (Seattle) e Carlos Beltran (Mets), Torii Hunter (Los Angeles Angels) e Nate McLouth (Pittsburgh), Grady Sizemore (Cleveland) e Shane Victorino (Philadelphia).
Per i "Silver Slugger" ancora il nome di Albert Pujol, unico giocatore insieme ad Al Oliver ad averlo vinto in più ruoli. Il prima base dei Cardinals è alla sua quarta vittoria, una in più di Derek Jeter, Chase Utley, Matt Holliday e Alex Rodriguez.

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 488 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento