Biagioli, da Grosseto ad Arezzo per far volare i "Mastini"

La bella avventura di una società appena nata e che centra la promozione in B al primo campionato ufficiale – Il racconto a Baseball.it del suo Presidente, a cui piace però anche dirigere la squadra in diamante

Una società giovane, un gruppo di atleti aretini con una grande motivazione, un manager (Danilo Biagioli, ex-Grosseto) che scende in campo con i suoi ragazzi e che è anche al vertice della società. Questa la ricetta vincente del Mastiff Arezzo, neo promossa in serie B dopo i playoff contro il Randazzo ed i Gladiatori Nettuno.
Prima corsara in riva al Tirreno, dove la squadra di Danilo Biagioli si è imposta per 5-2, poi sul campo amico l'8-2 con cui i Mastini hanno conquistato la promozione. Salto di categoria centrato al primo campionato agonistico per il Mastiff, società nata circa un anno fa, grazie alla voglia di un gruppo di veterani appassionati di baseball, di uno sponsor, la CBR che li ha sostenuti, ed all'accoppiata Biagioli-Baldini uno manager, l'altro direttore sportivo, ma pronti a dare il loro contributo in diamante.
Dopo l'esperienza in Maremma, Danilo Biagioli negli ultimi tre anni ha allenato Caserta, conquistando la A2, i Lancers Firenze, secondo posto in C1, e quest'anno la promozione in B con il Mastiff. E' grande la soddisfazione del manager:"Al termine della gara ho provato una grande emozione -dice Biagioli – nel vedere giocatori tanto giovani festeggiare un traguardo seniores".
Una B conquistata a sorpresa o avevate messo in preventivo la promozione al primo tentativo?"Fin dall' inizio, anche quando abbiamo perso quattro gare su cinque, la determinazione da parte dei dirigenti è sempre stata monolitica ed incrollabile. Tutti hanno creduto nell' obbiettivo dei play off sempre a partire dai giocatori e dallo staff tecnico. Ora pensare alla promozione al primo anno può sembrare presuntuoso ma è la verità – continua Biagioli- l'obbiettivo reale era quello di dare ai giovani aretini la possibilità di disputare il più velocemente la serie B".
Squadra equilibrata e costante per tutta la stagione, quali sono state le armi in più per avere la meglio sulla concorrenza? "E' evidente che abbiamo il monte di lancio più lungo e più forte dei gironi del centro sud di categoria. Anche la difesa ha lavorato con costanza, mentre per l'attacco ci dovremo attrezzare meglio per il prossimo campionato con qualche innesto che abbiamo già contattato. Dal punto di vista tecnico considero la mia squadra pragmatica – dice Biagioli – pronta a sfruttare tutte le possibilità che gli vengono concesse".
Il futuro, una serie B che richiederà grande impegno, con quali obiettivi? " Le prospettive future sono quelle di consolidare il gruppo con innesti aretini e collocarci a metà classifica per la stagione 2009, poi nell' arco di tre anni tentare una promozione in serie A2 a compimento di un ciclo di formazione tecnica dei giovani mastini. Certamente dobbiamo rinforzare il roster – continua Biagioli – in questo caso mi auguro che una collaborazione fra società aretine ci dia la possibilità di schierare il più possibile atleti indigeni senza ricorrere ad innesti da fuori. Il modello che ho più apprezzato è stato il Latina ed è quello che vorrei ripercorrere utilizzando il più possibile il potenziale aretino. Speriamo che questa affermazione dia a tutto il movimento toscano delle nuove prospettive ed opportunità".

BBC MASTIFF AREZZO

PRESIDENTE: Danilo Biagioli
VICE PRESIDENTE: Carmelo Cacciatore
DIRETTORE SPORTIVO: Federico Baldini
SEGRETARIO: Roberto Pezzola
CONSIGLIERE: Roberto Rossi

ROSTER 2008: Baldini, Cacciatore, Contemori, Gori, Farsetti, Dan, Govannini, Pezzola, Luddi, Matteo e Michele Omarini, Peracchio, Capretto, Pancani, Ciabatti, Biagioli.

Avatar
Informazioni su Giovanni Colantuono 80 Articoli
Nato a Nettuno nell'aprile del 1969, Giovanni Colantuono vive nella cittadina del litorale tirrenico insieme alla moglie Clara e ai suoi due figli: Christian, il più grande, gioca nelle giovanili del Nettuno, mentre Sabrina, la più piccola, è appassionata di danza ma segue anche lei assiduamente le partite in diamante. Da sempre appassionato di baseball, inizia la sua carriera giornalistica nell'emittenza televisiva privata. E' stato curatore e conduttore di "Casabase", un settimanale dedicato al massimo campionato di baseball andato in onda tra il 1991 ed il 1995, periodo in cui collabora anche con il settimanale locale "Il Granchio" ed il quotidiano "Il Tempo". Con la testata romana ha collaborato per diversi anni essendone anche inviato alla Coppa dei Campioni nel 1991 a Parigi e nel 1992 a Rotterdam. Per GTV, emittente locale della provincia di Roma, ha curato e condotto numerosi programmi sportivi come "Il Nostro Sport" che trattava di discipline come rugby, pallanuoto, volley e pallacanestro, "Dimensione Sport Giovani" che si occupava dei settori giovanili delle numerose società sportive della provincia di Roma. E' stato inoltre radiocronista di Idea Radio Nettuno con cui ha raccontato gli scudetti vinti dal Nettuno negli anni '90. Il giornalismo è sempre stata la sua grande passione che ha appagato con le numerose collaborazioni con testate nazionali e locali, ritagliando spazi di tempo dal suo lavoro in una multinazionale americana. Autore di due film dedicati a due importanti successi: "Parigi, il Nettuno sul trono d'Europa" dedicato alla conquista della terza Coppa dei Campioni del Nettuno e "Italia campione d'Europa a Nettuno" dedicato alla vittoria degli Europei della Nazionale di Silvano Ambrosioni nel '91 allo Steno Borghese di Nettuno. Hobby preferiti la lettura ed... i videogiochi sul baseball, naturalmente. Dal 2008 è addetto stampa del Nettuno BC: "Curare l'ufficio stampa di una società così gloriosa è per me motivo di grande onore, soprattutto perchè per un nettunese - ricorda Colantuono - il Nettuno BC è una cosa che ti scorre nelle vene".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.