Nettuno in Germania, la novità è Marco Costantini

Senza Cruz, Florian, Arias, Castrì, Ambrosino e Retrosi, la formazione di Bagialemani ritrova il suo giovane pitcher

In formazione solo apparentemente rimaneggiata, la Caffè Danesi Nettuno è partita lunedì in serata alla volta di Regensburg (probabilmente meglio conosciuta come Ratisbona), in Germania, per disputare da domani la Coppa Ceb. La formazione nettunese è inserita nel girone A insieme a Draci Brno (Repubblica Ceca), Barcellona (Spagna), e Olijmpia Carlovac (Croazia), mentre nel girone B ci sono Mgpu Syos 42 (Russia), Door Neptunus (Olanda), i padroni di casa del Buchbinder Legionaere Regensburg (Germania) e i Templiers Senart (Francia).  n

nIl manager Bagialemani, in vista della settimana in terra tedesca, ha deciso di lasciare a casa a preparare per il meglio il match contro il Rimini al rientro in campionato sia Cruz che Florian, anche perché il regolamento gli impone di mettere nel roster solamente tre stranieri (in questo caso Duran, Camilo e Ugueto). Insieme a loro rimarranno a Nettuno anche Castrì e Arias, alle prese con dei leggeri infortuni, mentre i giovani Ambrosino e Retrosi sono impegnati negli esami di maturità e nemmeno loro si sono aggregati alla formazione.
nLa grande novità è comunque segnata dal rientro previsto di Marco Costantini, che ha ormai praticamente messo alle spalle il suo infortunio (che lo tiene lontano dal campo praticamente dalla fine della stagione 2006) e comincerà a lanciare in vista del suo rientro in campionato previsto per la trasferta di Parma, quando sarà terminata la sua squalifica.
nPer la prima partita, l’esordio contro il Barcellona, il partente sarà Pezzullo, con Costantini a rilievo. “Andiamo per vincere, perché si tratta comunque di una manifestazione a livello europeo, e il blasone e la nostra storia ce lo impongono – dice Bagialemani – la rotazione è praticamente pianificata, anche se potrebbbe cambiare in corso d’opera visto che l’obiettivo è quello di arrivare alla seconda fase con i lanciatori più riposati che sia possibile”.
nUn chiaro riferimento a Carrara e Richetti, che in caso di qualificazione al secondo turno dovrebbero essere i maggiori indiziati per essere i partenti dei match decisivi di questa manifestazione che qualifica anche per la Supercoppa di settembre. n

n

Mauro Cugola
Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento