Spettacolo Newman, l’FDS Verona domina in terra ducale

Gli scaligeri strappano due vittorie (11-5 e 10-6) sul diamante dell’Oltretorrente – Newman batte due doppi come designato in gara-1, nel secondo entra al settimo per la salvezza – Grande slam per Sandstrom

Verona non si smentisce, nemmeno in trasferta a Parma dove nel corso del fine settimana ottiene due importanti vittorie per 11-5 e 10-6 contro l'Oltretorrente che consentono agli scaligeri di restare ancorata al secondo posto e di inseguire la capolista Buttrio.
nDue partite intense e combattute sino alla fine, quelle disputate in Emilia. Il primo inning di gara-1 inizia sotto i migliori auspici, con i ragazzi di Newman (nel ruolo di battitore designato, due i doppi per lui) subito a segno con 4 punti, capaci di sfruttare altrettanti errori difensivi dei parmensi. L'FDS schiera la formazione "tipo" con il partente Pietro Briggi che fino alla sesta ripresa tiene a bada le mazze avversarie concedendo solamente 4 valide e confermando il suo ottimo stato di forma (verrà rilevato sul mound dall'esperto Stefano Bertagna fino al termine). L'Oltretorrente cerca di arginare l'attacco scaligero mandando sul monte Michele Toriaco, lanciatore mancino ex-Cariparma, ma al primo lancio viene colpito durissimo dal neo-acquisto Anthony Sandstrom che spedisce la pallina oltre la recinzione (primo fuoricampo in maglia veronese), un grande slam che vale 4 punti pesantissimi. C'è quindi spazio per un tentativo di rimonta ma il Verona non molla e chiude vincendo per 11-5.
nUna leggera pioggia disturba l'inizio di gara-2, con l'FDS che schiera come starter Alberto Valenti mentre il Parma si affida al diciottenne Bettati (autore di un'ottima partita). Al terzo fiammata del Verona che passa in vantaggio 2-0. Al quarto il Parma accorcia le distanze sfruttando un calo di Valenti (sostituito da Rocco Tebaldi) e poi accelera con ben 5 punti. Il Verona non cede e recupera subito due punti. Per i lanciatori scaligeri però non è serata: anche Tebaldi stenta a trovare l'area dello strike e al settimo sale l'inossidabile Danny Newman. L'ottava ripresa è quella decisiva per la formazione veneta che va 5 volte a toccare il piatto di casa base. Un Newman scatenato non concede nulla ai padroni di casa e trova anche il tempo di esibirsi in uno spettacolare tuffo raccogliendo la pallina e facendo un'assistenza in prima. Prima del definitivo 10-6 per il Verona.
nDopodomani, mercoledì 11 giugno, alle 20.30 sul diamante del "Gavagnin" ghiotto anticipo della terza giornata di ritorno con il Veroma che ospita il Crocetta.
n

n

Commenta per primo

Lascia un commento