Fortitudo Bologna, primato in tutto. E nessuno ci avrebbe scommesso

La squadra di Nanni pur perdendo una gara agli extrainning si conferma come quella da battere, box, monte e difesa sono le migliori del torneo. Dietro decideranno gli scontri diretti

Alzi la mano chi avrebbe scommesso qualcosa, a inizio stagione, sulla leadership della Fortitudo Bologna.
nI ragazzi di Marco Nanni, invece, continuano a comandare la classifica e sono pressochè certi della post season, a meno di un clamoroso suicidio da qui a fine stagione.
nUn primo posto che è fatto di continuità ma soprattutto è costruito nel box di battuta, in difesa e sul monte di lancio.
nBologna è prima anche lì e la sconfitta arrivata all'undicesimo inning con San Marino può starci nell'arco di un campionato finora pressoché perfetto.
nDietro Grosseto e Nettuno, con 17 vittorie a testa, sono abbastanza tranquille ma non possono permettersi passi falsi.
nEra scontato un tris di vittore rispettivamente contro Redipuglia e Godo ma in particolare la Danesi ha sofferto ben oltre il dovuto contro una squadra che lotta per la salvezza e a questo punto non dovrebbe avere problemi a centrarla.
nDi sicuro la formazione di Bagialemani, che ancora non sembra trovare la quadratura del cerchio nei ruoli in diamante, non può pensare di vincere sempre al fotofinish.
nDal canto suo Grosseto soprattutto nella gara degli "italiani" sul monte ha delle difficoltà.
nChi sarà la seconda della classe?
nSi vedrà nel prossimo turno che mette di fronte i campioni d'Italia e la finalista della scorsa stagione.
nLa Danesi vuole vendicare il deludente 0-3 dell'andata, nessuna delle due intende lasciare tre gare all'altra per non farsi "risucchiare".
nTutto da vedere già l'anticipo di giovedì sera.
nA questo punto la lotta è apertissima per il quarto posto, dove in un fazzoletto si trovano Parma e San Marino, appaiate, e Rimini attardato di una gara.
nI ducali debbono fare i conti con una rotazione ridotta al minimo e il line-up che non sta brillando, San Marino è falcidiato dagli infortuni, mentre Rimini pur avendo a che fare con qualche acciacco e con un parco lanciatori che ha dato dei problemi, ci ha abituato a degli sprint di non poco conto negli anni scorsi.
nMa i nero-arancioni adriatici hanno un dato sul quale riflettere: la peggiore difesa del torneo, la bellezza di 43 errori.
nIn coda tra Godo e Redipuglia sono questi ultimi nelle condizioni peggiori, con una sola vittoria e un rendimento tutt'altro che convincete rispetto a quello dei "goti".
nCome per il quarto posto, anche per quello che deciderà la retrocessione saranno gli scontri diretti con tutta probabilità a scrivere la parola fine.
nIntanto esca fuori chi durante lo spring training avrebbe indicato nel Bologna la squadra da battere a questo punto della stagione.
n
n

Commenta per primo

Lascia un commento