Lazaro Martin Diaz: “In due anni riporterò Roma in A2”

Intervista al neo-presidente del club giallorosso che cerca di rilanciare il baseball nella capitale – ‘Quest’anno puntiamo ad arrivare tra le prime tre della serie B”

Salsa, afro, rumba e baseball. Lazaro Martin Diaz, 45 anni e da sedici in Italia, è un noto ballerino e coreografo cubano, nonché organizzatore degli eventi più importanti per la diffusione delle danze e della cultura latino-americana.
Nella capitale ha stabilito la sua ‘casa-base”. In tutti i sensi. Oltre alle attività professionali, Diaz è stato infatti nominato anche nuovo presidente della Roma Baseball.
‘Mi hanno incastrato – confessa scherzosamente il ‘maestro” Lazaro Martin Diaz a Baseball.it – ma l’entusiasmo sta crescendo giorno dopo giorno. A Cuba, quando ero più giovane, giocavo a baseball e oggi mi ritrovo presidente di una squadra. Sono ancora molto emozionato per questo incarico ma anche molto contento. I ragazzi hanno tanta voglia di fare bene ed i risultati arriveranno presto”.
A Roma, come in tutte le metropoli, il baseball non ha però vita facile…
‘Quella italiana è una realtà molto diversa da quella cubana, ma io cercherò di trasmettere la nostra mentalità. Sul pubblico, inoltre, stiamo lavorando molto. Durante lo svolgimento delle mie attività professionali, cerco sempre di coinvolgere più gente possibile e questa volta, sono certo, il pubblico non mancherà”.
Presidente, quali sono le sue aspettative per il 2008?
‘Abbiamo cambiato tanti elementi. Tutto nuovo. Stiamo facendo un lavoro paziente. L’obiettivo è di arrivare tra le prime tre della serie B”.
E che futuro prevede per la squadra giallorossa?
‘Conto di riportare la Roma baseball in serie A2 in sole due stagioni. Poi punteremo alla massima divisione. La serie A1 è un progetto ambizioso, anche perché richiede tanti investimenti. Bisognerà lavorare tanto. Speriamo bene”.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.