Warriors Paternò – Bollate, pari e patta

In gara-1 i siciliani travolgono 21-6 i lombardi che recuperano nel secondo match (23-10) – Esordisce con un grande slam il neo-acquisto siciliano Matt Sharp

Luci ed ombre nella prima uscita stagionale del Paternò contro il Bollate al ‘Warriors Field”.
Se nella prima partita, gli arancio-neri hanno letteralmente travolto gli ospiti lombardi per 21-6 (al settimo), nella seconda sono apparsi opachi e distratti uscendo battuti per 23-10.
‘E’ un vero peccato aver sprecato questa grande occasione – ha detto Falcone – nel primo match eravamo in gran spolvero e, davanti ad un pubblico amico così numeroso, volevamo ben figurare”.
Che per gli ospiti l’inizio di campionato non sarebbe stata dei migliori, lo si era capito sin dal primo inning di gara-1 quando il roster siciliano è andato a segno otto volte (primo out Aluffi dopo un intero turno di battuta). In bella evidenza il nuovo acquisto Matt Sharp che si è presentato con un fuoricampo a basi piene.
Tutt’altra storia in gara-2: Vic Luciani deve sicuramente essersi fatto sentire dai suoi ed i risultati non hanno tardato ad arrivare. La svolta del match tra il 7° ed il 9° inning quando raccolgono la bellezza di 11 punti.
‘La nostra difesa era in grande difficoltà – prosegue Falcone- cinque lanciatori che si sono alternati in pedana e 9 errori da attribuire soprattutto agli esterni… Ora dobbiamo rimboccarci le maniche: in settimana avremo tutto il tempo per rivedere gli errori commessi e preparare al meglio la prossima sfida contro lo Junior Parma”.

Commenta per primo

Lascia un commento