World Baseball Classic 2009, l´Italia è nel girone canadese

Le novità: qualificazioni con "double elimination" e semifinali incrociate – Tokyo, Città del Messico, Toronto e San Juan le sedi – S. Diego e Los Angeles in pole per semifinali e finali

Non poteva che essere Tokyo, con tutto l’entusiasmo dell’opening-day, la sede ideale per la presentazione del World Baseball Classic 2009, il "Mondiale ad invito" organizzato dalla Major League Baseball e disputato per la prima volta due anni fa, con il trionfo proprio del Giappone.
Diverse le novità annunciate da Bud Selig, Commissioner della Major e dal Presidente dell´IBAF, Harvey Schiller.
In primis le sedi della prima fase, tutta a carattere internazionale: Toronto, Città del Messico, Tokyo e San Juan – queste ultime riconfermate anche per la prossima edizione. Come sottolineato da Selig, "le richieste di ospitare il WBC sono state moltissime e siamo contenti delle scelte fatte per il 2009 che conferma la valenza internazionale del baseball".
Modificata anche la formula della manifestazione ed in particolare sia la fase di qualificazione sia le semifinali, fermo restando i quattro gironi iniziali composti da altrettante formazioni ciascuno.
Nell’edizione inaugurale, le prime due formazioni di ogni girone si qualificavano direttamente alla seconda fase formando così altri due gironi da quattro squadre da cui scaturivano successivamente le semifinaliste.
Nel 2009, invece, scatterà la cosiddetta ‘double elimination”: in pratica, le formazioni che nelle prime due fasi di qualificazione subiranno una doppia sconfitta saranno automaticamente eliminate dal torneo. Inoltre, le semifinali saranno formate dall´incrocio tra la prima e la seconda classificata nei rispettivi gironi.
Don Fehr, Executive Director dell´Associazione dei giocatori di Major si è detto entusiasta delle novità che "renderanno la manifestazione ancora più combattuta ed eccitante sia per i giocatori che per i tifosi".
Confermate le 16 squadre nazionali invitate anche se dall´edizione 2013 il numero delle partecipanti al World Baseball Classic verrà probabilmente portato a 24 con una serie di gironi di qualificazione.
Il WBC 2009 si aprirà al Tokyo Dome che ospiterà, dal 5 al 9 marzo, il girone A formato da Cina, Taipei, Giappone e Corea.
Dall´8 al 12 marzo il Foro Sol Stadium di Città del Messico ospiterà il girone B con Australia, Cuba, Messico e Sud Africa, mentre il Rogers Centre di Toronto sarà la sede delle gare di Stati Uniti, Canada, Venezuela ed Italia, inseriti nel girone C.
Infine sul diamante dell´Hiram Bithorn Stadium di San Juan a Portorico, dal 7 all´11 marzo 2009, si svolgeranno gli incontri del girone D con la partecipazione di Repubblica Dominicana, Olanda, Panama e Portorico.
Nulla di deciso invece per le sedi "americane" che ospiteranno la seconda fase, le semifinali e le finali anche se il Petco Park di San Diego e il Dodger Stadium di Los Angeles potrebbero essere le sedi prescelte.
A favore dello stadio dei Padres c´è il tutto esaurito dell´edizione 2006 che registrò la bellezza di 45mila presenze sugli spalti.

Tokyo (5-12 marzo 2009) – Girone A: Cina, Taipei, Giappone, Corea
Città del Messico (8-12 marzo 2009) – Girone B: Australia, Cuba, Messico, Sud Africa
Toronto (8-12 marzo 2009) – Girone C: Italia, Canada, Stati Uniti, Venezuela
Portorico (7-11 marzo 2009) – Girone D: Repubblica Dominicana, Panama, Portorico, Olanda

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.