All-Star Game 2007, a S. Francisco una parata di campioni

18.5 milioni di voti, nuovo record assoluto, per la 78esima edizione della partita delle stelle in programma martedì prossimo – Alex Rodriguez e Griffey, Jr. i più votati

Si accendono i riflettori sulla All Star Game 2007 ancora prima del play-ball fissato per martedì prossimo all’AT&T Park di San Francisco.
La settantottesima edizione della ‘partite delle stelle”, i cui partenti sono stati annunciati ieri notte in diretta sulla TBS, ha raccolto la bellezza di 18.5 milioni di voti (nuovo record assoluto) per determinare i roster alla fine del un lungo ballottaggio.
Il terza base dei New York Yankees, Alex Rodriguez, e l’esterno dei Cincinnati Reds, Ken Griffey Jr., sono stati i giocatori che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze rispettivamente della American league e della National League.
A-Rod, 11 All Star Game già all’attivo, ha avuto 3.890.515 voti, mentre Griffey (eletto finora 13 volte dai tifisi) ha raggiunto quota 2.986.818.
Da segnalare che Griffey Jr. è stato 5 volte il ‘top-voted” della MLB (1994, 1996-1999) e 8 volte è risultato il primo nella sua lega, accumulando in totale 44.397.033 preferenze, un primato invidiabile che nessun altro ha eguagliato nella storia dei ballottaggi per la All Star Game.
Sono 3 i giocatori dei Detroit Tigers che faranno parte del roster della AL guidata da Jim Leyland: si tratta del ricevitore Ivan Rodriguez (2.343.425 voti), 14 partecipazioni alla All-Star, l’esterno Magglio Ordoñez (2.715.389) e il seconda base Placido Polanco (2.317.713), che dopo 10 anni di Major League debutta alla ‘Midsummer Classic”.
Polanco fara coppia con l’interbase degli Yankees, Derek Jeter, mentre in prima base ci sarà David ‘Big Papi” Ortiz dei Boston Red Sox.
Nella selezione della American League figurano anche lo slugger degli Angels, Vladimir Guerrero, Ichiro Suzuki, ma anche altri veterani del campo esterno come Carlos Beltran dei New York Mets (second apparizione) e Barry Bonds che ha battuto allo sprint finale Alfonso Soriano e giocherà ‘in casa”.
Tony La Russa, skipper della National League, avrà a disposizione anche alcuni giovani assi come il prima base dei Brewers, Prince Fielder, e il ricevitore dei Los Angeles Dodgers Russell Martin, alla seconda stagione in Major League.
Altri stelle selezionate sono Jose Reyes e David Wright dei Mets, Chase Utley (seconda base dei Phillies), Curtis Granderson (esterno dei Detroit Tigers), Josh Hamilton (esterno dei Cincinnati Reds),
46 dei 48 posti restanti sono stati decisi dalla combinazione dei risultati del ‘Player Ballot” dei tifosi e le scelte dei due manager, Leyland and La Russa.
Va ricordato che l’All-Star Balloting Program della MLB è il più grande sistema di ballottaggio dello sport professionistico: nei 30 stadi della AL e NL sono stati distribuiti 21 milioni di tagliandi per esprimere le preferenze e ulteriori 1.7 milioni nei 95 impianti delle Minor Leagues. Alcuni partner del Gruppo PepsiCo Inc. hanno distribuito 12 milioni di ‘All-Star ballots” nei 3.400 supermercati Wal-Mart.
La Lega vincitrice della All-Star Game 2007, come da 5 anni a questa parte, consegnerà alla squadra che approderà alle prossime World Series il vantaggio di essere squadra di casa.
Ampia la copertura mediatica dell’evento che verrà trasmesso negli USA in diretta Tv da FOX Sports, in Canada da Rogers Sportsnet e Sportsnet HD. In tutto il mondo le immagini verranno diffuse dalla Major League Baseball International con cerimonia di apertura a partire dalle 20. ESPN Radio curerà la trasmissione via radio.
XM offrirà il play-by-play per la radio via satellite della All-Star Futures Game insieme a tutte gli altri appuntamenti legati alla All Star Game. Servizi esclusivi e completi verranno proposti online su www.mlb.com.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.