“Mel” Rosario, ex-Orioles, dice sì al Cariparma

Debuttò nelle Majors a 24 anni con Baltimora contro i New York Yankees – E adesso il ricevitore dominicano arriva in Italia per rilanciare il Parma

Dieci anni fa, ha avuto l’onore di debuttare nelle Major Leagues nientemeno che contro i New York Yankees. Era l’11 settembre del 1997 quando a 24 anni, con la casacca numero 50 dei Baltimore Orioles, giocava la sua prima partita nelle ‘big leagues”.
Lui, nato a Santo Domingo il 25 maggio 1973 ma praticamente cresciuto negli Stati Uniti, si chiama Melvin Gregorio Rosario, detto ‘Mel” ed è il nuovo acquisto del Cariparma. E’ un autentico gigante di casa base: un ricevitore alto 191 centimetri e batte ambidestro.
A 19 anni, Rosario era in campo in singolo A nello Spokane dopo essere stato messo sotto contratto un anno prima dai San Diego Padres, poi la scalata ai vertici con gli Orioles per poi tornare in triplo A, quindi nell’Indipendent League dove militava nell’ultima stagione (con gli Atlantic City Surf).
Di Rosario ha recentemente raccontato un simpatico aneddoto il lanciatore dei Chicago Cubs, Carlos Marmol, che ricevette il suo primo guanto da baseball proprio da "Mel" quando aveva 14 anni. "Sapeva che sarei arrivato nel baseball pro". E il gesto di Rosario ebbe un forte impatto su Marmol che, appena firmato il contratto nelle Majors, donò a sua volta quel guanto ad un altro prospetto.
Il giocatore dominicano vanta un curriculum notevole a cominciare dal numero dei fuoricampo, ben 134 per passare alle valide, 1.018. In totale quattordici campionati disputati nelle leghe minori ed uno nelle Majors, con numeri importanti: 1.148 partite giocate, 3.968 turni alla battuta, 543 punti, 244 doppi, 33 tripli, 595 punti battuti a casa, 252 basi gratis e 911 strike.outs.
Mel ha accettato con entusiasmo l’offerta del Cariparma sicuro di poter dare un contributo decisivo al rilancio del baseball ducale.
Con lui e con il giovane Filippo Mori, il promettente lanciatore prelevato dall’Oltretorrente, reduce dal mondiale universitario a Cuba, la rosa del Cariparma è così completata.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.