La Cina popolare apre le porte ai New York Yankees

A Pechino, il club di Steinbrenner e la Chinese Baseball Association siglano uno storico accordo di collaborazione per lo sviluppo del baseball nel paese che l’anno prossimo ospiterà i Giochi

Il processo di globalizzazione del baseball non conosce davvero pù confini e adesso è la volta della Cina. A Pechino, i New York Yankees e la Chinese Baseball Association hanno annunciato ufficialmente di aver sottoscritto uno storico accordo di collaborazione che, per la prima volta, sancisce una grande alleanza strategica tra un club della Major League Baseball e la Federazione del paese asiatico.
L’intesa siglata dal Presidente degli Yankees, Randy Levine, e del General Manager, Brian Cashman, alla presenza del Chairman della CBA, Hu Jianguo, e del segretario generale, Shen Wei, rappresenta un ulteriore e significativo passo in avanti nell’internazionalizzazione del ‘vecchio gioco”.
L’accordo prevede che la franchigia newyorchese fornisca l’aiuto necessario per addestrare i talenti orientali, attraverso l’invio in Cina di coach, scout, assistenti, insegnanti e materiale. La partnership consentirà alla Chinese Baseball Association di poter a sua volta mandare propri rappresentanti negli USA per utilizzare le facilities degli Yankees.
"Tutta l’organizzazione dei New York Yankees non vede l’ora di stabilire uno splendido rapporto con la Chinese Baseball Association" ha detto il proprietario dei New York Yankees, George Steinbrenner. "Ho fortemente voluto questo accordo e daremo tutto il nostro supporto per assicurare un futuro di successo e di ottimi risultati".
"Questo accordo costituisce un’altra pietra miliare nell’evoluzione del baseball internazionale" ha affermato il Presidente degli Yankees, Randy Levine. "Siamo entusiasti di cominciare a lavorare insieme alla Chinese Baseball Association che riceverà tutto l’aiuto durante il percorso. Il marchio degli Yankees è noto in tutto il mondo e questa opportunità senza precedenti ci permette di portare il nome degli Yankees e la nostra gloriosa storia di successo nel nuovo scenario del baseball globale."
"E’ una giornata storica per la Chinese Baseball Association e tutto lo sport cinese" ha commentato il chairman della CBA, Hu Jianguo. "Il baseball è uno degli sport emergenti in Cina e in tutta l’Asia. Grazie alla partnership con i New York Yankees, la squadra di baseball più famosa e vincente al mondo, la Chinese Baseball Association intende diffondere il gioco in tutta la Cina e far crescere tanti campioni."
La tappa a Pechino è parte del tour di sette giorni che gli Yankees stanno compiendo nell´Asia orientale, che nei prossimi giorni sbarcherà anche in Giappone dove è in programma un incontro con il management dello Yomiuri Shimbun, proprietario degli Yomiuri Giants. Gli Yankees faranno anche visita agli Hanshin Tigers, per ringraziarli della collaborazione della trattativa che a Dicembre ha portato il mancino Kei Igawa nella Grande Mela.

Informazioni su Filippo Fantasia 654 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.