Judsel Baranco trovato morto a Curacao

Oscure le circostanze dell´uccisione del 43enne ex-nazionale olandese – Eric De Bruin nuovo allenatore del Door Neptunus nel 2007

A Curacao è stato ucciso – in circostanze misteriose – il 43enne Judsel Baranco, forte giocatore olandese che tra il 1981 e il 1991 aveva giocato per sei club del massimo campionato orange (Quick Amersfoort, UVV Utrecht, Almere Giants, Giants Diemen, Neptunus Rotterdam e De Spartaan Amsterdam).
Baranco era considerato un vero jolly, utilizzabile in tutti i ruoli e forse il miglior utility di sempre in Olanda. In dieci stagioni ha disputato 345 gare, battendo 414 valide di cui 58 fuoricampo, segnando 304 punti e 243 rbi. Come lanciatore ha giocato 114 gare, 76 come partente. Grazie anche ai suoi 536 strike-out, Baranco ha un record in carriera di 40 vittorie e 35 sconfitte. Malgrado il suo carattere forte sia in campo che fuori, Baranco e´ stato selezionato con la Nazionale olandese per partecipare a 41 gare ufficiali in due Europei (85-87), due Mondiali (84-86), tre tornei Chung Hua di Taipei, due World Port di Rotterdam e una Settimana di Haarlem.
Dopo Ben Thijssen l´anno scorso, adesso anche Paul van den Oever ha deciso di lasciare il ruolo di coach con il Door Neptunus che ha annunciato per il 2007 di avvalersi come allenatore solo del 42enne Eric de Bruin, ex capitano e prima base del Neptunus, dello Sparta e della Nazionale olandese. I due coach Jan Collins e Steve Janssen resteranno per assistere l´ex giocatore della Hoofdklasse (1982-2000).
De Bruin collabora anche con le squadre nazionali da quando era assistano-coach di Eenhoorn per la prima squadra e adesso head coach della Nazionale juniores (vincitrice agli europei del 2005). Da giocatore ha ottenuto una media battuta di .335 durante 654 gare nel massimo campionato olandese e 106 con Nazionale.
Intanto nel campionato olandese è iniziata la corsa play off che vede in pole-position il Corendon Kinheim, Door Neptunus, Minolta Pioniers e il Lijbrandt ADO.
Solo i Pioniers hanno di recente vinto nettamente grazie allo shut-out di 8-0 in casa contro lo Sparta/Feijenoord.
Per gli altri club la lotta è stata durissima fino a due out nell’ultima ripresa. Il punto vincente del Neptunus contro i Pirates di Amsterdam è stato segnato nella nona ripresa quando i campioni in carica erano ancora sotto 4-5 (da segnalare un fuoricampo di due punti di Fausto Alvarez Rizo nella quinta ripresa). La piccola vittoria di 6-5 ha portato il Neptunus un pò più vicino ai leader della classifica Kinheim, perchè i rossoneri hanno perso il loro incontro serale all’Aia contro ADO. Per tre volte c’è stato il pareggio: 1-1 nella terza, 3-3 nella sesta e 4-4 nella nono, ma il punto vincente per i padroni di casa è stato segnato da Percey Isenia (.600) sfruttando una bella valida di James Rutherford nella decima ripresa con gia due eliminati sui lanci del terzo lanciatore Michiel van Kampen: e finisce 5-4. Come a Rotterdam il secondo rilievo Jan Naterop era risultato il lanciatore vincente per Neptunus, all’Aia era il secondo rilievo Robin van Doornspeek a vincere la gara dell’ADO
Tanti risultati stretti nella stagione regolare dando incertezza alla lotta per i play-off e le squadre candidate stanno rinforzandosi dall’estero o dal proprio ritiro. Per difendere il titolo, il Neptunus ha chiamato i lanciatori Calvin Maduro dagli USA e Ken Brauckmiller dal ritiro. All’ADO è tornato il lanciatore anglo-americano Alex Smith dal Canada e si aspetta l’arrivo del lanciatore spagnolo Manuelo Oliveira dal Messico. Il Kinheim spera invece in un ritorno dell’esterno Vince Rooij dagli USA.

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.