Neptunus vittoria numero 750, Okamoto ancora imbattuto

Rotterdam torna in vetta alla classifica dopo 3 pieni successi sui Pirates – Il lanciatore giapponese dell’ADO alla sua quarta affermazione di fila

Il Neptunus centra un´importante tris di vittorie e torna in vetta alla classifica del campionato olandese sfruttando anche il doppio stop di Kinheim che vede cosi interrompere la sua striscia vincente di 13 gare, mentre va registrata anche la seconda sconfitta per Cordemans che sembra non aver ancora trovato il ritmo giusto. Questi i temi principali del torneo ‘orange” di massima divisione attualmente guidato da Neptunus, Kinheim e ADO.
Lo stadio Pim Mulier di Haarlem è stato teatro di due big-match tra le prime della classe Kinheim e ADO, ma i riflettori erano puntati soprattutto sulla grande sfida tra i lanciatori Rob Cordemans per l´ADO ed il mancino Patrick Beljaards del Kinheim. Dopo tre riprese di assoluto dominio dei lanciatori, la prima fiammata è del Kinheim al quarto inning quando il leadoff Dirk van´t Klooster segna l´1-0 in velocità sul doppio di Tjerk Smeets.
Alla settima ripresa la scena si ripete: con due eliminati, Wouter Heemskerk, terza base dei padroni di casa, batte un gran doppio e va a segnare il 2-0 su singolo di Danny Beljaards.
Gara finita e successo del Kinheim con Patrick Beljaards vincente (6-1) con solo 5 valide in 8 riprese. Dopo la prima sconfitta contro il Neptunus, Cordemans esce cosi´ nuovamente battuto (5-2) anche contro l’altro grande avversario, con a carico 7 valide in 8 riprese.
La sfida si e´ spostata poi a L’Aja, dove il giapponese Akira Okamoto difendeva i colori gialloverdi del Lijbrandt ADO ma anche il suo record d’imbattibilità in Olanda, dopo esservi arrivato a tre settimane dal primo playball.
Okamoto è perfetto per 6 riprese, regala un paio di singoli e soffre al quinto quando, prima colpisce Koolen e poi permette a Illidge di arrivare in base grazie anche ad un errore dell’interbase. L’ADO era passato in vantaggio alla prima ripresa con Marvin Bleij (1-0) sul triplo di Kalian Sams. Bella comunque la difesa del Kinheim, con David Bergman sul monte di lancio che concede solo un punto malgrado i cinque battitori arrivati in base, incluso il doppio di Michel Korzeniewski.
Bergman sostituito al sesto sul 2-0, ma il rilievo crolla contro l’attacco locale e concede tre valide e tre punti nella stessa ripresa (5-0.) La parte bassa del line-up mette a segno altri 3 punti all’ottavo e l’ADO piazza il definitivo cappotto (8-0). Per Okamoto arriva cosi´ la quarta vittoria con sole due valide in nove riprese. Sulla scia dell´entusiasmo, l’ADO vince anche il terzo incontro al Pim Mulier: 13-6 e seconda vittoria per il lanciatore croato-americano Jimmy Summers.
Con un roster farcito di ex-compagni del Neptunus scesi in campo sia ad Haarlem che a L´Aja (Cordemans, Benner, Isenia, Monte, Anthony e Van Doornspeek per ADO e Van´t Klooster, Koolen e Heemskerk per Kinheim), Rotterdam ha celebrato la 750esima vittoria nel massimo campionato olandese. Il Door Neptunus ha infatti esordito nella ‘Hoofdklasse” il 28 Aprile 1979 ed ha avuto bisogno di disputare 1.068 partite per raggiungere la vittoria numero 750 contro i Pirates Amsterdam e per di più sul loro terreno di casa. Dietro il Neptunus ci sono gli Haarlem Nicols con 643 vittorie, record però superato perché la societa di Haarlem è andata in bancarotta nel 1994 e non esiste più.
Intanto, lo stadio Pim Mulier di Haarlem si prepara alla 23esima edizione della ‘Honkbalweek”, ovvero la ‘Settimana di Haarlem”. Dal 21 al 30 luglio, il rinnovato stadio ospiterà Giappone, Cuba, USA, Cina, Taipei ed Olanda. Sono stati tolti gli elegantissimi pioppi che hanno sempre circondato lo stadio più importante del baseball olandese: lo ha deciso l’amministrazione comunale insieme al Corendon Kinheim per ampliare il grande stadio e dotarlo di clubhouse, due bull pen, campi di softball etc. Finora il Kinheim aveva preferito restare nel piccolo diamante, famoso per gli imbattibili record di fuoricampo. Finalmente il sindaco di Haarlem è riuscito a convincere i dirigenti a stabilirsi al Pim Mulier ad un chilometro più a nord. Per qualche anno il Pim Mulier ha ospitato solo grandi tornei, oltre agli allenamenti principali della nazionale olandese. Dal prossimo anno le sezione baseball e softball del Corendon Kinheim saranno i veri padroni di casa.

Risultati:
Kinheim – ADO 2-0, 0-8, 6-13
Pirates – Neptunus 0-11 (al 7°), 3-7, 2-9
Sparta – Pioniers 4-5, 1-17 (al 7°), 5-13
Almere – HCAW 10-4, 1-3, 0-11 (al 7°)

Classifica:
1. Neptunus 750 (15-5), 2. Kinheim 750 (13-1-4), 3. ADO 722 (13-5), 4. Pioniers 550 (11-9), 5. HCAW 528 (9-1-8), 6.7.8. Sparta, Pirates, Almere 252 (4-14).

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.