Urne aperte per la 77esima "All-Star Game"

I tifosi possono scegliere online le stelle della American e National League fino al 29 giugno – Finora Albert Pujols ha ottenuto quasi 730.000 voti, Derek Jeter circa 540.000

A poco più di un mese dalla 77esima edizione della All-Star Game, è già iniziata e non accenna ad arrestarsi la corsa per meritare di essere protagonisti nella sfida stellare dell’11 luglio a Pittsburgh.
Milioni di voti sono già stati inviati fino ad oggi dai tifosi che fino al 29 giugno avranno la possibilità di scegliere i giocatori preferiti che comporranno le formazioni della National e della American League.
Se nel 2005 era stato pari a 16 milioni il totale dei voti (di cui ben 11 milioni e mezzo via Internet), anche quest’anno si prevede il boom per il cosiddetto ‘online ballot” per definire i roster delle due squadre che avranno una rosa di 32 giocatori ciascuna, di cui 8 partenti scelti in virtù delle preferenze dei fan (regola in vigore dal 1947), mentre lanciatori e una riserva per ciascuna posizione saranno stabiliti da tutti i giocatori delle Majors.
Spetterà poi agli allenatori vincitori dei ‘pennant” nel 2005 (Ozzie Guillen dei Chicago White Sox per l’American League e Phil Garner degli Houston Astros per la National League) completerare le due rose. Fermo restando che ciascuna delle 30 squadre della MLB dovrà essere rappresentata da almeno un giocatore.
Una curiosità: il diritto dei tifosi di scegliere gli otto partenti fu sospeso dalle Majors a partire dal 1958 e fino al 1969, come reazione al fatto che nel 1957 i tifosi dei Cincinnati esercitarono un numero talmente elevato di voti che 7 degli 8 giocatori partenti selezionati risultarono essere giocatori dei Reds! E la MLB, per compensare questo risultato, decise di sostituire d’ufficio due di questi 7 giocatori dei Reds con i campioni Willie Mays dei New York Giants e Hank Aaron dei Milwaukee Braves.
Per evitare situazioni del genere, venne deciso quindi di sospendere il voto dei tifosi che fu ripreso solo nel 1970, avendo però la stessa MLB adottato ogni precauzione per evitare un esercizio del diritto di voto e quindi risultati contrari allo spirito dell’All-Star Game.
Oggi un tifoso può votare on-line non più di 25 volte (si tenga conto che 1999 un hacker fu sorpreso ad avere dato ben 39.000 voti on-line per Nomar Garciaparra, allora interbase dei Boston Red Sox).
Nessun rischio quindi: l’11 luglio prossimo al PNC Park di Pittsburgh la ‘Classica di Mezza Estate” del 2006 vedrà partire i giocatori davvero ritenuti più meritevoli da tutti i tifosi della MLB.
Al momento New York Yankees e Boston Red Sox dominano nelle votazioni della American League: l’interbase Derek Jeter ha già ottenuto quasi 540.000 preferenze, il terza base Alex Rodriguez circa 525.000 (davanti a Mike Lowell), il seconda base Robinson Cano alla prima eccellente stagione con i Bronx Bombers circa 290.000, il prima base dei Bosox David Ortiz ne ha raccolte oltre 451.000 (secondo Jason Giambi), come pure il compagno Jason Varitek come catcher con quasi 330.000, mentre agli esterni brillano Manny Ramirez, Johnny Damon e Vladimir Guerrero.
Nella National League, il maggior numero di voti per la All Star Game l’ha finora ottenuto il prima base Albert Pujols (quasi 730.000) dei St. Louis Cardinals che figurano anche con il terza base Scott Rolen, l’esterno Jim Edmonds e l’interbaseDavid Eckstein. Ci sono infine il ricevitore dei New York Mets, Paul Lo Duca, e l’esterno Carlos Beltran, il seconda base degli Houston Astros Craig Biggio e l’esterno dei Braves Andruw Jones.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.