La Telemarket preferisce Lucca

I Pirati rinunciano a Kilburg e ingaggiano l'esperto terza base californiano con un ottimo passato in Triplo A. E per il monte ritorna Mike Marchesano.

Dietro front in casa Telemarket a pochi giorni dal play-ball. L'unico dei cinque stranieri che ancora non era sbarcato in Romagna, ovvero Joe Kilburg, non arriverà più perchè nel frattempo la società riminese ha preferito ingaggiare il più esperto Lou Lucca che giungerà a Rimini nella gioranta di domani. Destro californiano di 35 anni, Lucca vanta un pedigree ben più nobile rispetto a quello di Kilburg, dal momento che si presenta a Rimini con sette stagioni di Triplo A alle spalle (l’ultima con poche gare nel 2003 a Buffalo dopo aver giocato con le organizzazioni di Florida, Philadelphia e Saint Louis) durante le quali ha picchiato qualcosa come 71 fuoricampo ed una miriade di doppi, conditi da quasi 350 pbc ed una media battuta attorno ai 280. Nelle ultime due stagioni Lucca si è diviso tra Indipendent League (l’anno scorso a Somerset 264 di media e 4 homer in 28 gare giocate) e Winter League in Messico e Portorico dove nel 2004 ha vinto il titolo di miglior giocatore arrivando secondo negli homer, terzo in media battuta e primo in media arrivi in base. Una figura di grande spessore, quindi, che andrà a ricoprire il ruolo di terza base, con conseguente spostamento in seconda del venezuelano Asdrubal Oropeza. E con il ritorno di Marchesano (arrivo previsto sabato prossimo, sarà disponibile per il secondo weekend contro l'Italeri Bologna), la Telemarket ha sistemato anche il mound con il secondo partente ‘pesante” che mancava all’appello. Il 33enne pitcher oriundo, che sembrava ormai aver preso la decisione di abbandonare il baseball, ha invece accettato la corte serrata della dirigenza neroarancione e vestirà quindi la casacca dei Pirati per la quarta volta, dopo i campionati 2002 e 2004, inframezzati dalla parentesi play-off di Modena nel 2003.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.