Rijpstra ed Eenhoorn: “Creiamo una Grande Lega europea”

Rijpstra confermato presidente della federazione olandese e neoeletto sindaco di Tynaarlo – Eenhoorn lascerà la Nazionale dopo Pechino 2008: ‘Fierissimo dei nostri giocatori al WBC”

Jan Rijpstra è stato confermato all’unanimità presidente della Federazione Olandese di Baseball e Softball (la KNBSB) durante un’assemblea tenutasi a Nieuwegein, presso Utrecht.
Era stato lo stesso presidente a chiedere la convocazione della riunione per esprimere il voto sul nuovo consiglio dopo l’allontanamento di alcuni dirigenti durante la scorsa stagione.
Rijpstra ha presentato una dettagliata relazione ad una commissione composta da altri presidenti federali olandesi e presieduta da Jan Lohrbach (ex-basket, capo della spedizione olimpica a Sydney 2000). La relazione, ampiamente approvata, ha permesso a Rijpstra di confermarsi ai vertici federali insieme ad alcuni nuovi dirigenti.
Rijpstra, ha spiegato a Baseball.it, che non ha potuto seguire personalmente il World Baseball Classic perché impegnato in campagna elettorale. Ha vinto le elezioni ed è il nuovo sindaco della città di Tynaarlo.
E adesso Rijpstra ha parecchie grosse idee in testa. Intanto, intende rafforzare la collaborazione tra Italia e Olanda aumentando le partite tra le due squadre nazionali.
Poi ha annunciato che, per celebrare i 100 anni della KNBSB, vuole ospitare nel 2012 un torneo internazionale di altissimo livello.
Ma soprattutto lancia l’idea di una Grande Lega Europea con i migliori club. Un progetto questo di cui, pare, abbia già discusso varie volte con Massimo Fochi e Robert Eenhoorn.
Sul più importante quotidiano olandese ‘De telegrafa”, Eenhoorn si è detto motivato alla creazione di una Lega professionistica in Europa che, dice il giornale orange, ‘si avvicina” a grandi passi.
E proprio dal manager dell’Olanda è arrivata un’altra notizia, annunciata nel corso di un’intervista a Radio Rijnmond (nell’area di Rotterdam), che lascerà la nazionale: dopo la scadenza del contratto con la federazione, non chiederà infatti una proroga. Eenhoorn, va ricordato, è un allenatore famosissimo anche fuori dal mondo di baseball: in una votazione di ‘Coach dell’anno 2005, aveva lottato per il premio con Guus Hiddink (allenatore dell’Australia qualificatasi per i Mondiali 2006, dopo aver annunciato la sua partenza dal PSV Eindhoven).
La Federazione Olandese, dopo la partenza di Eenhoorn, avrà tutto il tempo per pensare al sostituto: il suo contratto scadrà infatti con la conclusione del torneo olimpico di Pechino 2008.
‘Non sono stato affatto contento dell’eliminazione – ha detto Robert Eenhoorn – malgrado fosse difficile, ma avevo sperato in una sorpresa contro Cuba. Invece sono fierissimo della mia squadra piena di giocatori del nostro campionato, talenti di 18 e 19 anni che hanno dominato Panama.
Quando dovevo fornire la selezione di 60 giocatori, ero veramente in difficoltà. Era molto attratto dai professionisti con discendenze olandesi, ma ero anche molto contento della mia squadra che aveva conquistato il miglior risultato di sempre ai Mondiali 2005 in Olanda. Ora che è tutto finito sono orgoglioso di aver mantenuto questo gruppo, perché contro Panama quasi tutte le posizioni erano occupate da rappresentanti del nostro campionato.
Dobbiamo continuare a investire nei giovani. Abbiamo mostrato di poter arrivare in alto, prima ai Mondiali ed ora al WBC. Questi eccellenti risultati devono essere di stimolto ai nostri giovani. Siamo capaci di competere con elementi da Major League e ciò sarà molto allettante per i nostri giovani: ciò ha attribuito una nuova dimensione al nostro baseball. La federazione e le societa devono farne tesoro.
Ciò non vale solo per l’Olanda. Quella no-hit di 10-0 è stata ottenuta contro Panama, un paese con grande esperienza di baseball: una vittoria che ha fatto impressione. Così facciamo un altro passo verso una Lega professionistica in Europa”.

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.