Obiettivo: riconfermare il tricolore

Pochi i cambiamenti in casa Fortitudo che ha dovuto ricoprire la perdita di due giocatori del calibro di Rigoli e Cretis. A giorni l'annuncio di un secondo sponsor che affianchera' Italeri

“Squadra che vince non si cambia”, questo pare essere il leit-motiv del mercato invernale dell'Italeri Fortitudo chiamata tra poco meno di 20 giorni a difendere il 7° titolo conquistato l'ottobre scorso.
Con la sostanziale conferma in blocco del gruppo 2005, stranieri compresi ad eccezione del secondo lanciatore Figueroa, la societa' bolognese si e' limitata a ricoprire i due ritiri dell'esterno David Rigoli e del pitcher Rolando Cretis.
Diverse le soluzioni escogitate dal general manager Marco Macchiavelli. Mentre pare ottima la scelta di ricoprire il buco creatosi sul diamante esterno reingaggiando Robert Fontana, 10° battitore assoluto nello scorso Campionato, piu' difficile e' stato sostituire il vuoto del partente italiano.
Svanita la possibilita' di portare Riccardo De Santis sotto le due torri, i bolognesi hanno optato sulla quantita' del monte di lancio rientrando del prestito di Barth Morreale, neopromosso in A1 con l'Anzio, e promuovendo dalla Serie B “l'accademico” Matteo D'Angelo che vanta un PGL nel terzo Campionato italiano per ordine di importanza leggermente superiore ai 2 punti.
Con Fabio Betto, Stefano Bazzarini, Fabio Milano, Cristian Ghesini e Todd Incantalupo -in arrivo prima della Coppa Campioni- l'Italeri presenta un ottima e nutrita schiera di lanciatori chiamati a ricoprire le due partite dedicate al monte tricolore.
Invariato anche il budget messo in piedi dai dirigenti bolognesi che per la riconferma del titolo si dovrebbe aggirare sui 700-800 mila euro racimolati grazie al supporto degli sponsor 2005 capeggiati dallo storico marchio Italeri.
Pare comunque sia questione di giorni l'annuncio di un ulteriore prestigiosa azienda da abbinare alla formazione biancoblu.
Facilmente intuibile quindi lo schieramento “tipo” del 2006.
Linea degli esterni composta da Daniele Frignani, dal dominicano Wady Almonte e da Robert Fontana, diamante interno con Giovanni Pantaleoni in terza, il dominicano Jorge Nunez interbase e Davide Dallospedale in seconda con Claudio Liverziani a coprire il cuscino di prima e Kelly Ramos dietro al piatto di casa.
Monte di lancio straniero con la coppia dominicana Matos e il neo ingaggiato Jose' Cueto “strappato” all'ultimo momento alla T&A San Marino e che vanta importanti referenze da parte dei contatti della formazione bolognese.
Le uniche grosse novità si registrano quindi nell'esordio come manager di Marco Nanni, chiamato a continuare il ciclo aperto nel 2000 da Mauro Mazzotti e dallo Stadio Gianni Falchi attualmente in ristrutturazione.
Come confermatoci al telefono, il manager fortitudino, che vanta ben 13 stagioni da giocatore nella massima serie, si dice impaziente di iniziare l'avventura anche per saggiare il lavoro tecnico dell'inverno.
Sollecitato su un eventuale rotazione dietro al piatto di casa base di Ramos con “Bidi” Landuzzi e Eugenio Monari, Nanni non ha voluto sostanzialmente rispondere, confermandoci di aver imparato bene la lezione dal noto predecessore, affermando “che e' ancora molto presto per valutazioni di questo tipo che dovranno comunque essere confermate dalle prestazioni in campo“. In soldoni, staremo a vedere.
Nanni ci conferma invece che l'obiettivo principale rimane il titolo tricolore anche se “la squadra e il lavoro svolto sono finalizzati a conquistare anche la Coppa Italia e la Coppa Campioni” che manca dal lontano 1985, e che “confermerebbe la qualita' e la professionalita' di questo fantastico gruppo di giocatori poiche' confermarsi su questi livelli non e' mai facile“.
Logicamente sara' il campo e i prossimi mesi a confermare o meno queste prime valutazioni.
Un primo assaggio, pur in mancanza degli stranieri attesi a Bologna la prima settimana di aprile, ci sara' dato nel prossimo weekend che vedra' la Fortitudo impegnata in un triangolare con Godo e Riccione.
Mentre le due societa' romagnole giocheranno a Godo nel pomeriggio di sabato, i bolognesi danno appuntamento al Gianni Falchi, che presenta la zona dei gradoni sotto alle tribune in rifacimento, domenica 26 marzo alle 10.30 contro il Riccione e a seguire con il Godo.
Sabato 1 aprile sono invece in programma due amichevoli contro il Comcor Modena. Prima partita prevista alle 13.00 seguita poi da un secondo incontro, entrambi giocati sulle 7 riprese.

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.