Festa grande per la Repubblica Dominicana già in semifinale

Venezuela battuto 2-1 grazie al punto di Castillo su palla mancata – 6-1 del Giappone sul Messico

Il più felice non può che essere l’allenatore Manny Acta. D’altronde i suoi ragazzi, quelli della Repubblica Dominicana, sono i primi a raggiungere l’agognata qualificazione alle semifinali del World Baseball Classic.
2-1 al Messico all’Hiram Bithorn Stadium di San Juan e si vola negli USA, dove ai dominicani si spalancano le porte del Petco Park di San Diego. Una partita dominata dai lanciatori e risoltasi in modo rocambolesco, come accade in questi casi: al settimo inning, quando Alberto Castillo ricevitore della Dominicana tocca casa base per segnare il punto del sorpasso dopo una palla mancata del collega avversario Ramon Hernandez.
Il Venezuela è distrutto, avendo perso la partita decisiva per qualificarsi alla fase finale ma la sola valida battuta contro i 5 lanciatori dominicani era davvero ben poca cosa.
La Repubblica Dominicana aveva segnato al primo inning con Placido Polanco spinto a casa dal singolo di Moises Alou contro il partente Freddy Garcia.
Sul mound il partente Daniel Cabrera (Baltimore Orioles) per quattro riprese non ha concesso davvero nulla ai venezuelani infilando ben 7 strike-outs. Poi il cambio con il rilievo Francisco Liriano.
Il punto del pareggio arriva alla quinta ripresa con Juan Rivera che va segnare grazie a Bobby Abreu. Cui segue due inning dopo, il colpo ferale inflitto da Castillo.
Mai domo, il Venezuela aveva provato al nono a riempire le basi con 2 out ma il closer Duaner Sanchez aveva negato ogni speranza.
Dopo essere stato battuto dagli USA per 4-3, il Giappone torna alla ribalta all’Angel Stadium e supera 6-1 il Messico davanti a oltre 16.000 spettatori.
Splendido il partente nipponico, Daisuke Matsuzaka, altrettanto ottimo il quarto inning d’attacco con il ricevitore Tomoya Satozaki autore di un fuoricampo da 2 punti.
Meno efficace la prestazione di Loaiza che dopo una prima ripresa comincia a perdere colpi quando viene toccato sia al 2° al 3° inning.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.