E svincolo sia!!

Dal 2006 gli atleti potranno utilizzare lo svincolo unilaterale introdotto ufficialmente nel Regolamento Organico – Anche se sembra siano ancora le società ad avere il coltello dalla parte del manico

Era il dicembre del 2002 quando Baseball.it iniziò a parlare di svincolo nel batti e corri italiano. Dopo 3 anni, finalmente, si è arrivati ad una conclusione.
Con l'inserimento delle norme all'interno del Regolamento Organico lo svincolo unilaterale è ora “legge” e dal 2006 gli atleti potranno fare uso di questo nuovo strumento.
Non è necessario ripercorrere tutte le tappe da allora ad oggi (e' sufficiente la segnalazione dei collegamenti ai numerosi articoli di Baseball.it nonché alla documentazione sulla norma vera e propria), ma qualche osservazione sulle nuove norme è doverosa farla.
Come ogni “svincolo” che si rispetti, le nuove regole cercheranno di far “cambiare direzione” al rapporto che lega gli atleti alle società sportive anche se lo svincolo unilaterale, come detto numerose volte dal Presidente Federale Fraccari negli ultimi mesi, è solo uno dei tanti strumenti che regolano tale rapporto.
E partendo proprio dal messaggio pervenuto dall'alto, ribadito anche durante la Notte dei Diamanti dello scorso 7 dicembre, si può osservare come l'eventuale uso eccessivo dello strumento dello svincolo unilaterale sembra essere la preoccupazione maggiore dei vertici federali.
Bisognerà logicamente attendere i prossimi anni per vedere se e come sarà utilizzato, anche se è bene ricordare che è stato introdotto su richiesta del CONI e non certo proposto dall'interno del movimento e quindi non ci dovremmo meravigliare se la nuova norma verra' applicata impropriamente.
Tanto è vero che i tre anni sono sostanzialmente serviti per aggiustare e “limare” il meccanismo di calcolo con l'intento di non sbilanciare troppo il rapporto di forza tra giocatore e società sportiva ma la logica che regola la normativa sullo svincolo e' sostanzialmente la stessa decisa tre anni fa.
In tutti i casi, con l'inserimento dell'indennità di preparazione per gli atleti dai 14 ai 17 anni e con lo svincolo a parametro per i seniores, si è cercato di addolcire la pillola alle società sportive che erano quelle che avevano da perdere maggiormente da questa riforma.
Riuscire ad accontentare tutti era praticamente impossibile e a guardare come si sono mossi altri sport, come il calcio maschile e femminile, il basket o altri, c'è da registrare che il compromesso del baseball italiano è uno dei migliori.
Molto dipenderà appunto dall'uso dello strumento, dal metodo di calcolo e dai parametri per quantificare il costo dello svincolo -che sicuramente con il passare degli anni dovranno essere oggetto di aggiustamenti- ma è fuori discussione che il rapporto è ancora a favore delle società sportive.
Difficile e forse utopistico pensare il contrario anche se i giocatori hanno comunque la possibilità di ribaltare questo rapporto di forza con lo strumento dell'accordo limitativo del tesseramento che, soprattutto a livello giovanile, non è molto diffuso.
L'accordo limitativo è una sorta di scrittura privata tra il giocatore e la società sportiva che, al termine dell'annata agonistica, libera il giocatore da qualsiasi vincolo sportivo. Logicamente la Federazione deve essere a conoscenza dell'accordo e per questo motivo deve riceverne copia.
Per chi volesse approfondire maggiormente la riforma approvata dal Consiglio federale lo scorso novembre, si rimanda alla norma vera e propria e agli articoli 36.13, 36.14 e 36.15 del Regolamento Organico.
Per coloro invece che volessero maggiori informazioni sugli accordi limitativi, si segnala l'articolo 36.14 del regolamento Organico nonchè i fac-simili per gli atleti minorenni e per i seniores scaricabili dall'area di download di Baseball.it e fornitici da un nostro attento visitatore lo scorso novembre. Segnaliamo infine l'articolo “Le società sullo svincolo …” con i pareri delle società sportive contattate sulle nuove norme approvate dal Consiglio federale.

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.