Tutte le sentenze devono ancora arrivare

Il ricorso alla CAF del Prink Grosseto ed i risultati della diciassettesima giornata lasciano ancora tutto in sospeso per la corsa i playoff

Corsa ai playoff ancora tutta in sospeso dopo la diciassetesima giornata, mentre la lotta per non retrocedere sembra quasi decisa visto che le unice combinazioni che possono salvare la Acegas prevedono necessariamente una tripletta dei giuliani in casa Ceci & Negri, contro una squadra assetata di vittorie per mantenere le speranze di entrare nei playoff.
Per la lotta ai playoff la partita sembra ristretta a Parma e Telemarket Rimini per quanto concerne la conquista del quarto ed ultimo posto, ma qui potrebbe entrare in gioco la decisione della CAF sul ricorso del Grosseto dopo che il giudice unico ha sancito due sconfitte a tavolino, ritenendo irregolare la posizioen di Sforza nello scontro diretto della settimana scorsa.
Analizzando i risultati del week end incontriamo diverse sorprese. Innanzitutto la doppia sconfitta della Italeri Bologna sul campo dello Steno Borghese, soprattutto perché patita anche a causa di una delle rare sconfitte di Matos, maturato grazie alla splendida prova di Sanchez Lopez sul monte della Danesi. Sono state comunque partite equilibrate e i laziali avevano sicuramente più pressione addosso vista la situazione di classifica. Nettuno ha avuto un ottimo rendimento dal trio centrale di attacco (Ortega, Colina, Liniak), mentre Bologna ha salvato il week end ocn un redivivo Ghesini a rilievo di Cretis e con le ottime prestazioni dei giovani Monari e Bonci, ottavo e nono del line up.
Anche la Telemarket ha fatto un passo falso cedendo ben due partite alla T&A San Marino che sembra aver ritrovato il proprio monte di lancio se escludiamo Momtanè. Rimini non ha mai brillato in attacco ma si è spenta del tutto nelle gare dei lanciatori italiani dominata da Maestri e Casseri.
Questa doppietta del San Marino è anche una brutta notizia per il Prink visto che, a meno di ribaltamenti di sentenze, la squadra del Titano si è praticamente qualificata per i playoff e, soprattutto è diventata irraggiungibile per i maremmani. Grosseto deve comunque prendersela con se stessa e con la brutta sconfitta rimediata in gara 1, con una squadra apparsa abulica anche nel manager che ha decisamente aspettato troppo a togliere un Ginanneschi in giornata negativa e più volte salvato dalla difesa con due prese in linea degli interni ed una fantastica presa all'esterno di Andrea De Santis.
Grosseto può consolarsi con la prova di orgoglio ottenuta sabato sera quando ha dovuto fare a meno anche di Bischeri, Ozuna (assente per tutto il trittico) e Sforza, infortunati ed ha trovato la vittoria con un singolo di Attriti (19 anni) all'ottavo inning. Vittoria che tiene accesa una fiammella di speranza per gli uomini di Medina.
Parma non ha approfittato dei passi falsi delle dirette contendenti, perdendo anche lei una partita contro Reggio Emilia che dal canto suo ha fatto un passo decisivo verso la salvezza, grazie ad un ottimo Villalon sul monte al venerdì. Catanoso ha ritrovato per sua fortuna un Toriaco ed un Corradini in gran forma nelle altre due partite ed ha approfittato in pieno di una difesa Palfinger diventata improvvisamente di burro.
Nell'ultimo trittico che ci rimane da passare in rassegna, la Fiume Modena ha continuato la sua opera di guastatrice che l'ha vista dare dispiaceri a tutti da quando la sua classifica è diventata tranquilla. L'Acegas ha mantenuto a galla le sue speranze vincendo la terza partita, dopo aver perso la seconda a causa del crollo dei propri rilievi e della solita (ormai) imprecisione difensiva, rovinando l'ottima prestazione di Pilat ed esaltando il rilievo di Orta entrato al posto di Lucena dopo poche riprese.

Avatar
Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.