I New York Mets hanno scelto Willie Randolph

Philadelphia annuncerà oggi il nuovo manager Charlie Manuel, Houston conferma Phil Garner per altre due stagioni

In attesa dei fuochi d’artificio con i free agent, nelle Major è tempo di mercato allenatori. E naturalmente in primo piano ci sono le deluse della stagione, pronte a ripartire da capo. E’ il caso dei New York Mets, che hanno ufficializzato l’ingaggio di Willie Randolph come nuovo manager per i prossimi tre anni. Il cinquantenne ex seconda base, fra l’altro nativo di Brooklyn ha alle spalle una carriera da 2.202 partite (proprio nei Mets la sua ultima stagione) e negli ultimi anni è stato uno dei coach al servizio di Joe Torre negli Yankees. Proprio questo ha convinto il general manager newyorkese Omar Minaya, che ha così optato per il primo allenatore afro-americano della storia di una squadra della Grande Mela. In corsa c’erano anche Carlos Tosca, Jim Riggleman e Jim Leyland.
A Philadelphia invece manca solo l’annuncio ufficiale, ma il sostituto di Larry Bowa (a cui è stato offerto il ruolo di bench-coach dai Florida Marlins) sarà Charlie Manuel. Ex esterno di Minnesota e Los Angeles, Manuel ha una sola esperienza da manager, dal 2000 al 2002 a Cleveland. Una soluzione questa fortemente caldeggiata dai giocatori, Jim Thome in primis, che ritroverebbe il suo mentore ai tempi degli Indians.
Per due squadre deluse, desiderose di voltare pagina, una che invece ha disputato una grande stagione, sfiorando le prime World Series della sua storia. Parliamo naturalmente di Houston, che ha rinnovato per altre due stagioni l’accordo con il manager Phil Garner, ritenuto uno degli artefici principali della performance degli Astros (36 vittorie nelle ultime 46 partite della regular season).

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.