Blue Jays-A’s, la splendida notte dei rookie

I giovani talenti (Gross e Adams per Toronto, Crosby e Swisher per Oakland) mettono paura anche alle star – Schilling, 18 vittorie – Gli Yankees vincono all’ultimo inning con una base su ball

Lasciamole decantare queste giovani promesse del baseball, gustiamoci le loro prime brillanti esibizioni, poi tra qualche anno ne apprezzeremo il talento e ne sentiremo molto parlare, assistendo a veri e propri fuochi d’artificio in diamante. Già, quella di ieri nelle Majors, è stata davvero una grande giornata per i rookie. In particolare, per una ‘Cenerentola”, i Toronto Blue Jays, mestamente ultimi nella East Division della AMERICAN LEAGUE, che però sono riusciti a sconfiggere 13-5 in casa gli Oakland Athletics, leader della West Division, evitando peraltro un brutto sweep. Merito, appunto, di un paio di rookie a cui dedichiamo la copertina odierna. Il giovane Gabe Gross ha battuto il primo gran slam della sua carriera (e 5 punti battuti a casa) mentre il compagno Russ Adams legnava sonoramente il primo fuoricampo in Major (con 3 RBI), ma anche tra gli A’s (fallosissimi in difesa, 5 errori) si sono distinti gli emergenti Bobby Crosby e Nick Swisher, autori di un homerun ciascuno.
Dalle giovani leve alle grandi star. Un Super Schilling domina sul monte di lancio dei Boston Red Sox (6-5 sui Texas Rangers) infilando 10 strike-outs e realizzando addirittura la diciottesima vittoria, primo nelle Majors a raggiungere l’ambito traguardo. Solo 5 valide per il buon Curt ma con Ortiz in gran serata (homer, doppio e 2 punti) che permettono a Boston di continuare a tallonare da vicino, solo 2 partite e mezza di differenza, i Bronx Bombers.
New York Yankees che continuano a non carburare ma riescono ad imporsi di misura 4-3 sui Baltimore Orioles partiti a razzo grazie ad un fuoricampo da 3 punti di Rafael Palmeiro. Nella seconda parte del nono inning risolve Jorge Posada che, con 3 uomini base ed 1 out, ottiene una base gratuita e New York tira un sospiro di sollievo. 2 valide e 3 punti per Derek Jeter.
I Kansas City Royals espugnano 12-3 il Metrodome,casa dei Minnesota Twins. Jimmy Gobble completa la gara con solo 6 hits concesse, mentre Joe Randa chiude a 4/5 con un fuoricampo.
Anche gli Anaheim Angels strappano il successo esterno al Jacobs Field, 2-1 sui Cleveland Indians (quinta sconfitta consecutiva), grazie alla gara capolavoro di John Lackey: 7.1 riprese lanciate, 1 punto non guadagnato, solamente 2 valide e 5 strike-outs che gli valgono la dodicesima vittoria personale nel 2004. Ma Lackey ringrazia soprattutto il catcher Bengie Molina ed il rilievo Francisco Rodriguez che alla fine dell’ottavo, sul 2-1, si rendono protagonisti di una spettacolare giocata difensiva eliminando Ronnie Belliard tra terza e casa base. Assolutamente da rivedere per la tecnica, è stato definito una dei più straordinari giochi effettuati nella stagione in corso.
Con le lunghe battute di Borchard e Konerko e con i lanci di Felix Diaz, i Chicago White Sox superano 6-2 i Seattle Mariners, battuti per la quinta volta di fila ma con il solito Ichiro Suzuki puntualmente a segno nel box.
Annullata a causa dell’uragano Frances, la gara Tampa Bay Devil RaysDetroit Tigers come pure Florida MarlinsChicago Cubs.

Restano la squadra migliore delle Majors con ben 92 vittorie e marciano senza problemi nella Central Division della NATIONAL LEAGUE. Sono servite però 2 riprese supplementari ai St. Louis Cardinals per avere ragione, 6-5, dei Los Angeles Dodgers e allungare la striscia vincente a 9 partite. Hector Luna batte un triplo all’undicesimo e segna il punto decisivo su un singolo del pincth-hitter Reggie Sanders, benissimo anche Jim Edmonds autore di 3 doppi. 44esimo fuoricampo stagionale per Adrian Beltre. Da segnalare che con un doppio di Jose Hernandez i californiani avevano pareggiato al 9° segnando in totale 3 punti.
Gli Houston Astros non mollano e cercano di emulare i Cards, assicurandosi la nona affermazione consecutiva con il 10-5 sui Pittsburgh Pirates al Minute Maid Park. Serata stellare per Mike Lamb che chiude a 4/5 con un homer e 4 RBI ma anche Carlos Beltran non è da meno (3/3).
12 innings invece per l’impresa casalinga dei Montreal Expos contro gli Atlanta Braves, in testa alla East Division. E’ Tony Batista a battere la valida da 2 basi che consente di siglare il 4-3 finale. Fuoricampo per Brad Wilkerson e J.D. Drew, quest’ultimo riceve anche 4 basi su balls.
Sul proprio terreno festeggiano anche i San Francisco Giants (4-1 su Arizona Diamondbacks con Brett Tomko vincente con 8 strike-outs) e Philadelphia Phillies (4-2 sui New York Mets).
Infine, doppietta esterna per i Colorado Rockies (5-2 sui San Diego Padres, prima vittoria in Major League per Jeff Francis) e Cincinnati Reds (9-2 sui Milwaukee Brewers, 41esimo homerun per Adam Dunn).

SABATO – Un passo indietro per dare uno sguardo anche a quanto accaduto nella Major League l’altro ieri. Ben 5 sconfitte interne nella AMERICAN LEAGUE: sia Boston che New York escono battuti in casa rispettivamente per mano di Texas e Baltimore, ma la stessa sorte tocca anche a Minnesota, Cleveland e Toronto contro Kansas City, Anaheim e Oakland. Soltanto i Chicago White Sox (con 2 fuoricampo di Konerko) svettano in casa sui Seattle Mariners.
Cinque, al contrario, i successi casalinghi nella NATIONAL LEAGUE: St. Louis ha la meglio su Los Angeles, Houston su Pittsburgh, Philadelphia strapazza i Mets, San Francisco e Milwaukee vincono su Arizona e Cincinnati. Solo Atlanta e Colorado si affermano in trasferta contro Montreal e San Diego.
Saltate, come già preannunciato per motivi meteo, le gare in programma Tampa Bay Devil Rays – Detroit Tigers e Florida Marlins – Chicago Cubs.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.