Il Ceci & Negri si impone anche in gara 2

Parma fa un altro passo verso i 'play off' battendo (3-2) la T&A San Marino. E' stato un bel duello di lanciatori, non sempre supportati dalle difese

Il Cantine Ceci & Negri Alimentari Parma compie un passo importante verso l'accesso ai 'play off' imponendosi (3-2) nella seconda sfida con la Teconologia & Ambiente San Marino.
La gara è stata caratterizzata da ottime prove di tutti i lanciatori alternatisi in pedana e non sempre adeguatamente sorretti dalle rispettive difese, che al termine delle 2 ore e 20 minuti di gioco hanno assomato 5 errori.

In una giornata caratterizzata da una canicola ferragostana, il mancino Martignoni sfida Kasey Olenberger.
Parma passa al primo. Morelo colpisce un lungo doppio dietro l'esterno sinistro e Chapelli lo segue con un singolo al centro. Sul secondo lancio verso Squarcia, Chapelli ruba la seconda. La successiva volata a destra del terzo in battuta del Ceci&Negri viene ritenuta troppo corta per tentare di segnare dalla terza e Morelo resta agganciato al cuscino. Il primo punto arriva comunque sulla battuta in diamante di Balgera che, per merito di un'ottima giocata del terza base Azuaje, è per altro il secondo out. La ripresa si chiude con la volata di Illuminati.
Al cambio campo Olenberger colpisce Steven Rodriguez e sbaglia il tiro in prima sul 'bunt' di Ettore Finetti. Il partente di Parma pero si riprende e mette al piatto Paganucci. L'occasione per San Marino sfuma definitivamente con una linea di Bello nel guanto del seconda base di Parma Federico Comelli.

Il San Marino pareggia al quarto. Bautista apre la ripresa con un singolo e ruba la seconda. Sul successivo singolo di Rovinelli, il dominicano arriva in terza. Dopo l'eliminazione di Rodriguez, Finetti batte verso il cuscino di seconda. Morelo raccoglie la palla solo al secondo tentativo e nel frattempo Bautista segna. Al colombiano viene addebitato un errore.
Al cambio campo il Ceci & Negri torna in vantaggio. Per la verità, è la difesa ospite che mette in crisi Martignoni. Sulla volata a sinistra di Illuminati, Lonfernini sembra arretrare sicuro, ma la palla gli scivola beffarda dal guanto. La successiva battuta di Caravita mette in crisi il prima base Rovinelli. Dopo 2 errori, il partente della T&A concede 4 ball a Parisi. Il singolo di Zileri porta a casa base Illuminati per il 2-1 e con lo strike out di Comelli arriva il primo out. Sulla battuta di Morelo, Azuaje si supera fermando la palla in tuffo. Caravita segna il terzo punto di Parma, ma Zileri è il secondo out in seconda. Con i corridori agli angoli, Morelo si fa cogliere in trappola anticipando troppo la rubata. Bissa si avvede che Parisi si era staccato dal cuscino di terza e lo fulmina per il terzo out.

Al sesto la T&A accorcia le distanze. E' la difesa di Parma a restituire l'occasione, che comunque San Marino sfrutta solo in parte. Gli errori in sequenza di Comelli e Caravita creano una situazione di corridori agli angoli con zero out. La successiva battuta di Rodriguez valde il doppio gioco (Morelo-Comelli) ma permette a Bautista di segnare.
Nell'ultimo terzo di gara c'è spazio per i rilievi. Horn avvicenda Martignoni al settimo, mentre Salsi prende il posto di Olenberger all'ottavo.

Dopo 4 eliminazioni consecutive, al nono Salsi subisce un doppio da Rodriguez. La successiva battuta in diamante di Finetti vale il secondo out, ma sposta l'italo americano in terza. San Marino si gioca la carta Gambuti, che entra come 'pinch hitter' al posto di Paganucci. Salsi però mette il veterano al piatto in 5 lanci e 'salva' la seconda partita consecutiva del week end, contribuendo ad una vittoria fondamentale per l'accesso ai 'play off'.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.