Carlos Beltran: a Chicago come a casa propria

Grande vittoria di Atlanta nonostante il fuoricampo di Bonds. Altra partenza deludente per Loaiza

Carlos Beltran avrebbero dovuto comprarlo i Cubs, non gli Astros, almeno visto il rendimento che ha al Wrigley Field.
Arrivato nella National League a metà stagione per rinforzare lo spento line up degli Astros, Beltran ha spopolato tutte le volte che ha affrontato i Cubs a casa loro: in tutto, fino adesso, ha collezionato un 11 su 21 con 7 fuoricampo e 11 punti battuti a casa. Anche ieri sera è andato a 4 su 5 con due fuoricampo, accompangato dal resto della squadra che ha schiantato 15-7 i Cubs, subissando di valide Wood e altri quattro riliev, subissando di valide Wood e altri quattro rilievi. Proprio quando sembrava che i Giants avessero trovato la chiave della partita sono stati i Braves a risvegliarsi e vincere 5-3: dopo 5 inning chiusi sullo zero a zero i Giants hanno segnato tutti e tre i loro punti alla sesta ripresa con il fuoricampo di Bonds. Al cambio di campo però Reuter cedeva di schianto e i Braves segnavano 4 punti con il doppio di Drew, il fuoricampo di Chipper Jones e la volata del partente Wright, strnanamente lasciato a battere.
Un'altra prestazioen dominante in attacco di Edmonds ha dato la vittoria ai Cardinals per 8-5 sui Pirates: l'esterno centro è andato a 2 su 2 con entrambe le battute oltre la recinzione e 5 punti battuti a casa. I Phillies segnano tutti i loro punti al quinto inning e si impongono 6-1 sui Brewers approfittando della improvvisa crisi di Victor Santos e ben supportati da Vicente Padilla in grado di non subire punti per 7 riprese in chi ha concesso 5 valide. Sorprendente dimostrazione di forza degli Expos che si affermano 10-3 sui Padres graize alla potenza di Wilkerson e Batista. Dopo aver sprecato molto Arizona trova la vittoria alla undicesima ripresa sui Reds con il singolo di Cintron che ha fissato il 4-3 finale. Infine importante vittoria per i Marlins per 3-0 sui Rockies ma brutta tegola per l'infotunio del loro partente Valdez che sembra abbastanza serio.

Boston continua a vincere nonostante alcuni problemi di infortuni, trovando sempre nuovi protagonisti. Stavolta ci ha pensato Gutierrez con tre su 4 e due punti battuti a casa a fare il protagonista in attacco, mentre sul monte Lowe teneva bene per 8 riprese in cui concedeva tre punti e metteva sette strike out. Purtroppo per loro hanno vinto anche gli Yankees con un risicatissimo 8-7 causato dall'ennesima deludente prestazione di Loaiza: peggio però hanno fatto i lanciatori di Toronto che hann concesso ben 11 basi ball. Bene anche i Rangers che dominano Baltimore 6-4 fermando la rimonta degli Orioles, dopo che un ottimo Wasdin era sceso dal monte, con il rilievo di Cordero alla sua 40-sima salvezza stagionale. Decisivo in attacco Eric Young sempre in base in tutti i turni alla battuta e che ha battuto a casa i punti decisivi. Con un fuoricampo di Anderson al sesto inning gli Angels hanno segnato i punti della sicurezza e vinto 9-6 sui Twins, traditi da un Radke che non è riuscito ad uscire dal sesto inning se non sostituito dopo aver concesso 15 valide.
I fuoricampo di Chavez, Scutaro e Durazo e l'ottimo rilievo di Duscherer hanno dato la vittoria agli A's su Tampa Bay per 8-7 dopo che i californiani si erano trovati in svantaggio per 6-3 alla terza ripresa. Duscherer ha lasciato Tampa Bay in bianco per 5 riprese mettendo 3 strike out. Un Sabathia trasformato rispetto alle ultime uscite e dominante per 6 inning ha sostenuto gli Indians nella loro vittoria per 6-3 sui White Sox. Vittoria arrivata grazie anche ad un fuoricampo da tre punti di Ron Belliard. Vittoria in rimonta per Seattle sui Royals per 7-5 con tre punti segnati all'ottavo sugli homer di Spiezio e Boone.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.