Un’altra delusione per gli azzurri: l'Olanda vince 10-4

Ancora una sconfitta, con un monte di lancio insufficiente e solo Ramos, Chiarini e il solito Buccheri che riecono a combinare qualcosa di buono. Primo fuoricampo italiano con Ramos

Una sconfitta cocente e un Italia ancora una volta deludente: la fiammata di Ramos non può certo nascondere i limiti di questa squadra apparsa ancora una volta carente sul monte specie con i rilievi. Resta ora solo la grecia per sperare di cancellare lo zero dalla casella delle vittorie. Gli orange partono subito forte e mettono a segno due punti su Olemberger che concede una base in apertura a Milliard, che ci mette subito pressione rubando la seconda e proseguend in terza sull’assistenza sbagliata di Parisi. Coffie segue con un doppio e poi, dopo il secondo out, viene a punto su singolo di van ‘T Klooster. Prova a reagire l’Italia al secondo con il doppio di Chiarini che avanza sulla rimbalzante di Liverziani e viene a punto sulla volata di Mazzanti.
E’ ancora l’Olanda ad allungare al terzo con il fuoricampo di Adriana subito rintuzzato al quarto da quello di Ramos (3-2). Al quinto il fuoco di paglia che fa sperare: doppio in apertura di Parisi che arriva in terza sul singolo di La Fera. Qui si ferma però perché non avanza sulla linea di Francia, che cade al prima base olandese ma che provoca l’eliminazione di La Fera in seconda. Parte invece Parisi sulla rimbalzante sulla terza di Dallospedale ma Coffie lo fredda a casa base. Arriva il solito Buccheri che spara un doppio e che vale il 4-3. All’Olanda serve De Lange per chiudere la ripresa.
Gli olandesi però sono superiori e lo dimostrano subito: nonostante i due out iniziali segnano due punti con il doppio di Balentina portato a casa dal singolo di Isenia. Dopo la base a Legito, Faraone decide di ricorrere al bullpen ed netra Richetti che esordisce con una base ball e si prende poi il doppio di Kingsale prima di riuscire a chiudere sul 4-6.
A Richetti seguiranno nel match Milano e Massimino e tutti e due subiranno valide e punti lasciando così andar via l’Olanda per un 10-4 finale che ci sta tutto per i numeri prodotti dalle due squadre.
Dopo la gara arriva un’altra mazzata al morale con la notizia della sospensione per doping di David Francia, di cui vi diamo conto in altri articoli.
All’Italia rimangono ora due partite per provare a vincere almeno una partita, per dare maggiore dignità ad una spedizione olimpica fin qui molto deludente.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.