Edgar Martinez si ritira

A fine stagione la bandiera dei Seattle Mariners appenderà la mazza al chiodo. Sul campo, Anaheim rimonta, vince a Kansas City e si porta in testa alla classifica della wild-card di American League

In un lunedì con sole sette partite giocate, la notizia del giorno è il ritiro di Edgar Martinez. La bandiera storica di Seattle ha deciso che questa sarà la sua ultima stagione e in ottobre appenderà definitivamente la mazza al chiodo dopo una grande carriera. A tuttoggi infatti ha all'attivo tutti i record di franchigia nel box, fatti di 2.013 partite, 2.205 valide, 1.244 punti battuti a casa e 1.272 basi ball ricevute. Fate voi…
Per quanto riguarda il baseball giocato, la squadra in vetrina è Anaheim, che rimonta in extremis a Kansas City con quattro punti al nono inning (5-3) e si porta in testa alla battaglia per la wild-card dell’American League. Perdono infatti entrambe le dirette concorrenti: Texas, in netta difficoltà, cade ancora a Baltimore (7-3), dove gli Orioles centrano la settima vittoria consecutiva con il caldissimo Mora (due homer, tre pbc); Boston, invece, paga una delle rare serate no di Schilling, che incassa sei punti in cinque inning sui fuoricampo di Huff, Tino Martinez e Hall. Vince Tampa Bay per 8-3. Attenzione a Cleveland, che forte di un line-up esplosivo sta rinvenendo molto forte ed è a quattro vittorie e mezza da Anaheim e a cinque da Minnesota. Ieri gli Indians sono passati a Chicago vincendo la gara degli homer (4-3), quella delle valide (16-12) e soprattutto quella sul campo (13-11). E a proposito di Twins, pesante sconfitta casalinga per la squadra di Gardenhire, che cede a Oakland (8-2), trascinata dalla solida prova sul monte di Harden. Si ferma infine la striscia vincente degli Yankees, che cadono con Toronto (5-4). Non basta la rimonta finale con i fuoricampo da due di Matsui e Williams ad evitare a Loaiza la seconda sconfitta in maglia newyorkese. Un solo dato: gli Yankees, nelle ultime dieci partite, hanno perso solo le due lanciate dal nuovo acquisto, mentre Chicago ha vinto solo quelle tirate da Contreras. Che stavolta i Bronx Bombers abbiano sbagliato valutazione?
Una sola partita nella National League, dove Colorado rimonta nel finale a Philadelphia e vince 4-2 con gli homer di Wilson e Gonzalez. In classifica, Atlanta (+6), St.Louis (+11) e Los Angeles (+6.5) sempre saldamente in testa, per la wild-card guida Chicago, ma San Diego e San Francisco sono in agguato (-2) e i Phillies restano in corsa (-3.5).

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.