I Warriors si riscattano

Vittoria sofferta grazie alle valide di Bruzon e Casimiro ed al buon rilievo di Torres. Un buon Quisini non basta a Rho

Vittoria meno larga di quanto dica il punteggio dei siciliani che hanno definito il 9-4 finale solo con un big inning da tre punti all’ottavo dopo aver sofferto le traiettorie di Quisini. Rho ha dimostrato ancora orgoglio e voglia di competere ma un buon Torres e l’incapacità di battere al momento giusto nelle riprese finali hanno fermato le velleità di doppietta dei lombardi.
Formazioni leggermente diverse rispetto a gara1 con il Rajo che inserisce Caloiero in prima base a sostituire Pistocchi nel lineup e Duret che opta per il giovanissimo Sciacca, che lo ripagherà con una buona partita, all’esterno destro. Sul monte la rivelazione Quisini, viene opposto al mancino Pezzullo.
Comincia di nuovo con il piglio giusto Rho e va in vantaggio al primo inning: base a Jean (ottimo anche oggi con un due su 4 ed un eliminazione in linea), che arriva in terza sul singolo di Carrozza e a punto su un altro singolo di Gasparri. Paternò invece ci mette 3 riprese per cominciare a leggere le traiettorie di Quisini, ma quando lo fa affonda i colpi mettendo sotto pressione la difesa: apre Gorrin con un singolo che va in seconda sul sacrificio di Sciacca. Quisini a questo punto si complica la vita sbagliando l’assistenza su Lo Cascio e ritrovandosi con corridori agli angoli ed un out. Di Mare lo punisce con un singolo per il pareggio e il suo nervosismo lo porta a riempire le basi con 4 ball a Bruzon (oggi tornato ai suoi livelli con un 2 su 3). Agli batte una rimbalzante su Caloiero che fredda Lo Cascio a casa base ma Casimiro è molto più incisivo e scaraventa un doppio a sinistra per il 3-1.
Al quinto inning i problemi di controllo di Pezzullo condannano la sua prestazione: il mancino ha fin qui contenuto i rhodensi ma ha anche concesso ben 5 basi ball in quattro riprese e comincia la ripresa colpendo Bassi. Jean segue con un singolo e Burzynski porta i corridori in posizione punto con un sacrificio. Casimiro a questo punto compie un errore sulla rimbalzante di Carrozza e le basi si riempiono. Mazza in mano al quarto in batutta Munoz che non si fa pregare e spara un doppio al centro: entrano tre punti e Munoz si fa eliminare cercando di arrivare in terza. Pezzullo non si riprende e concede un altro singolo a Gasparri. Entra allora Torres che chiude la ripresa.
Pronta la reazione dei siciliani che si riportano avanti al cambio di campo: doppio di Lo Cascio in apertura e valida di Bruzon che lo porta casa. Il cubano arriva in seconda sull’errore dell’esterno destro rhodense e poi a punto sul doppio di Casimiro. Siamo sul 5-4 per i Warriors.
Rho non riesce più a segnare nelle restanti quattro riprese, anche se Torres manda in base diversi uomini: il pitcher siciliano riesce sempre a cavarsela sia con l’aiuto della difesa che confeziona due doppi giochi sia con due strike out che terminano il settimo (Gasparri) ed il nono inning (Munzo) con i rhodensi in posizione punto
Paternò allunga all’ottavo con un altro punto che entra su lancio pazzo di Quisini con LoCascio in terza, infine dilaga all’ottavo con il partente di Rho che dopo aver messo i primi due out concede due doppi consecutivi a Gorrin e Sciacca e altri due singoli a Lo Cascio e Di Mare che segnano la fine della sua partita. Entra a rilevarlo Gabriele Burgazzi che prima di chiudere con uno strike out su Agli fa entrare il 9-4 finale concedendo un singolo a Bruzon.
Vedremo oggi pomeriggio se i siciliani si rilanceranno nel gruppone che lotta per le ultime due posizioni nei playoff o se l’orgoglio dei rhodensi ridimensionerà le loro ambizioni.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.