La vendetta di Ricardo Rodriguez

Bella affermazione del giovane partente contro la sua ex squadra

Ricardo Rodriguez sembra non aver scelto a caso la vittima del suo primo shutout in carriera: Cleveland lo aveva ceduto a Texas nell'estate scorsa e Cleveland è stata ripagata con un eloquente 10-0. Rodriguez, 25 anni, ha debuttato nel 2002 e fino all'anno scorso ha ottenuto cifre mediocri, tuttavia i Rangers puntano molto su di lui perché è ancora giovane e con molti margini di miglioramento: ieri notte ha concesso solo tre valide ai suoi ex compagni e ha conseguito la sua seconda vittoria stagionale anche grazie ad un Dellucci autore di un 3 su 5 con un fuoricampo ed un doppio e 5 punti battuti a casa. I White Sox hanno inseguito per tutta la partita e proprio all'ultimo inning Juan Uribe ha regalato loro la vittoria per 9-8 con un singolo ottenuto con un out sul rilievo di Anaheim, Donnelly. Vittoria agli extrainning per i Red Sox sugli A's con un doppio al decimo inning di Bill Mueller: gli As' avevano rimontato grazie ai suoi rilievi e riuscendo a far scendere alla sesta ripresa Schilling. Anche i californiani però avevano dovuto dar fondo al bullpen e al decimo inning hanno dovuto schierare Lehr, non certo il loro miglior braccio che con due out ha concesso il doppio decisivo. Due fuoricampo al nono inning hanno permesso ai Blue Jays di ribaltare il risultato sul closer di Seattle, Guardado. Sotto di due punti all'inizio dell'inning hanno prima battuto un fuoricampo da un punto con Berg e poi, con due out Delgado ha siglato il 10-8 finale con una bomba da tre punti. Vittoria meno facile di quanto dica il punteggio degli Yankees su Tampa Bay: 7-1 con Contreras solido e attacco che si sveglia solo negli ultimi due inning con il doppio di Matsui ed il fuoricampo di Sheffield. I Twins rispolverano Mulholland nel ruolo di partente che li ripaga con 7 strike out in 5.2 riprese, anche se non ottiene la vittoria, dato che l'attacco di Minnesota riesce a sfondare solo al settimo inning in cui segna 5 punti su un Maroth ottimo anche lui fino a quel momento.

Un Bobby Abreu strepitoso ha condotto l'attacco dei Phillies alla vittoria sui Mets: 4 su 5 per lui e fuoricampo decisivo al nono inning che ha chiuso la partita sul 5-4. Un fuoricampo da un punto alla settima ripresa del catcher Brian Schneider ha dato la vittoria agli Expos ed al rilievo Ayala (primo successo stagionale) sui Pirates. Notevole la prova del partente di Montreal, Tony Armas, tornato ad una prestazione degna delle promesse di quando era un esordiente: 7 riprese lanciate e solo quattro valide concesse. Un sesto inning da 5 punti ha permesso ai Reds di imporsi 9-3 sui Brewers, il calo del partente Obermueller, un rilievo disastroso di Burba ed un errore del terza base Helms hanno dato il via ai Reds, che hanno avuto ancora un grande Griffey in attacco. Un'ottima prova di Jason Jennings (una rarità quest'anno) ha limitato l'attacco dei Padres ad un punto e permesso ai Rockies di imporsi 5 a 1 grazie anche ad una partenza bruciante nel primo inning con tre punti segnati grazie a Walker e Wilson. Vittoria dei Dodgers per 7 a 2 sugli Astros: seconda vittoria stagionale per il giovane Jackson e prova disastrosa per Duckworth sceso dopo 3.2 riprese e sette valide concesse. Altra vittoria di una squadra favorita con i Diamonbacks che si impongono sui Giants 8-4 con un attacco che ha segnato in 7 inning su 9 con Alex Cintron autore di ben due homer.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.