Per Josh Phelps una serata indimenticabile

Il battitore designato di Toronto porta i suoi alla vittoria su Seattle con due fuoricampo e sette punti battuti a casa

L'eroe di giornata nella Major League si chiama Josh Phelps. Il battitore designato di Toronto ha messo a segno due fuoricampo (compreso un lunghissimo grande slam) e portato a casa in tutto sette punti nella gara vinta 12-4 dai Blue Jays sui Mariners, sempre più in grossa difficoltà. I sette punti battuti a casa sono per Phelps un primato personale.

Sempre nell'AMERICAN LEAGUE, per la prima volta dal 1997 i Tigers hanno vinto una serie allo Yankee Stadium. Per la seconda gara di fila Detroit ha colpito duro i lanciatori di New York, in questo caso la matricola Brad Halsey. Detroit, che lo scorso anno aveva perso ben 119 partite, è passata in vantaggio 10-3 al sesto, per poi chiudere 10-8.
Ottima prova di Pedro Martinez, che nella sua ultima partenza prima dell'All-Star Break ha conquistato la nona vittoria stagionale, portando i Red Sox al successo 11-3 su Oakland. Il dominicano ha tenuto bene per sette riprese, supportato dai fuoricampo di Nomar Garciaparra, Manny Ramirez e Mark Bellhorn.
Jarrod Washburn ha concesso solo quattro valide nella gara completa, ottenendo il primo shut-out della carriera e guidando gli Angels alla vittoria 12-0 sui White Sox. In attacco il supporto è stato notevole: Josè Guillen ha battuto due fuoricampo e portato a casa cinque punti, mentre Garret Anderson ha messo a segno l'home-run numero 200 in carriera.
Grazie ai fuoricampo di Gary Matthews Jr. e Mark Teixeira, entrambi da due punti nella settima ripresa, i Rangers hanno rimontato contro l'incerto bullpen di Cleveland e si sono imposti 9-8. Teixeira è andato lungo su lancio di Jeriome Robertson, mentre due battitori più tardi Matthews ha colpito duro Rick White.
Kyle Lohse ha stabilito un record nella storia dei Twins, lanciando il terzo shutout consecutivo di squadra, e Minnesota ha avuto la meglio 12-0 sui Royals. Lohse ha concesso sei valide, due giorni dopo lo shutout di Johan Santana (tre valide) e quello di Brad Radke (quattro valide).
I Devil Rays hanno superato 13-3 gli Orioles, grazie ai lanci di Rob Bell, che ha concesso solo due valide nelle prime sette riprese, e a Toby Hall e Damian Rolls, che hanno battuto a casa ciascuno tre punti. Rolls e Aubrey Huff hanno messo a segno tre valide a testa per Tampa Bay, che ha così pareggiato a due il conto nella serie.

Nella NATIONAL LEAGUE, i Brewers hanno completato il cappotto ai danni dei Cubs con il successo 4-0. Doug Davis ha lanciato con efficacia per otto riprese e Geoff Jenkins ha battuto un fuoricampo da due punti. Chicago nella serie di tre gare non è mai stata in vantaggio, segnando solo due punti in 27 riprese.
Le 18 valide prodotte dall'attacco dei Mets hanno steso i Phillies, battuti 10-1. Mike Cameron, tornato in campo da due giorni dopo una pausa di cinque gare per un problema al ginocchio, ha messo a segno due fuoricampo, mentre Steve Trachsel ha tenuto bene il monte per sette riprese. Ora New York ha solo una gara di ritardo su Philadelphia in testa alla AL East.
I Cardinals hanno completato il cappotto ai danni dei Reds con il successo 4-2. Un errore di Barry Larkin, il suo secondo della stagione, ha portato St.Louis a segnare il punto del vantaggio decisivo, poi nel settimo inning il punteggio è stato fissato dal singolo di Reggie Sanders. Per la seconda gara consecutiva Jim Edmonds ha battuto un fuoricampo.
Per la prima volta in carriera Kazuhisa Ishii ha chiuso una gara completa concedendo una sola valida, e i Dodgers si sono così imposti 11-0 su Arizona. Los Angeles ha segnato sei punti nella prima ripresa, tre dei quali sull'home-run di Alex Cora, e hanno ottenuto il quinto successo consecutivo.
Grazie anche al fuoricampo numero 681 della carriera di Barry Bonds, i Giants hanno interrotto la serie negativa che durava da quattro gare con la vittoria 8-4 sui Rockies. Bonds, che ha segnato tre punti e ha battuto due valide in tre turni, ha spedito tra il pubblico il primo lancio della seconda ripresa.
Gli Astros hanno vinto per la prima volta nelle ultime quattro partite, 5-1 ai danni di San Diego. Roy Oswalt ha tenuto bene il monte fino all'ottava ripresa, vincendo la quarta partenza consecutiva, la quarta della carriera (senza sconfitte) contro i Padres. Josè Vizcaino ha messo a segno un fuoricampo da due punti.
Il successo 14-2 dei Braves sugli Expos ha permesso ad Atlanta di completare il cappotto nella serie. Jaret Wright ha lanciato con efficacia per sei riprese, mentre Andruw Jones ha battuto quattro valide in quattro turni, compresi due fuoricampo e con cinque punti battuti a casa in totale. Quattro valide anche per J.D. Drew.
Infine, un giorno dopo aver visto interrompersi la striscia positiva di dieci gare, i Pirates sono tornati alla vittoria, 4-3 sui Marlins. Oliver Perez ha avuto le meglio nel duello in pedana con Carl Pavano, vincendo la sua seconda partenza consecutiva, grazie anche ai tre punti non guadagnati sul lanciatore segnati da Pittsburgh nel quinto inning.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.