Mazzanti: “E’ il Rimini la squadra da temere”

Le opinioni di Giuseppe Mazzanti e Seth La Fera nel dopo partita

Terminata la serie Parma-Nettuno è il momento delle interviste di rito, come sempre i giocatori delle due squadre si rivelano molto disponibili a fare due chiacchiere.

‘Abbiamo giocato abbastanza bene, purtroppo nell’ultima abbiamo sbagliato qualcosa nel finale, ma due vittorie col Nettuno sono un risultato positivo!” dice Seth La Fera ‘Adesso dobbiamo continuare così.”
Pensi che il vostro miglioramento in classifica sia dovuto al miglioramento in difesa ?
‘La difesa è importantissima, soprattutto per me che gioco interbase, in battuta invece dobbiamo continuare a lavorare.”
Nelle prossimi due turni avete Rimini e Bologna, quante partite pensi di dover vincere per rimanere al terzo posto ?
‘Non bisogna ragionare così, noi dobbiamo giocare una partita alla volta, non possiamo pensare troppo avanti, si rischia di deconcentrarsi e perdere, giochiamo un lancio alla volta poi tiriamo le somme.”
Secondo te qual è la squadra migliore del campionato ?
‘Senza dubbio Grosseto, ottimi lanciatori, il lineup è pericoloso da primo al nono e la difesa è fortissima, poi c’è Bologna, queste due sono un gradino sopra a tutte le altre.”

Fuori dallo spogliatoio del Nettuno, invece, incontro Giuseppe Mazzanti, uno dei giovani più interessanti del prolifico vivaio della società.
‘Noi siamo venuti per vincere due partite, purtroppo sono arrivate due sconfitte, comunque siamo a due partite di distacco dal Parma, la prossima settimana contro San Marino ci rifaremo!”
Pensi che il momento negativo del Nettuno sia finito ?
‘Certamente, ormai le partite col Paternò sono storia, indietro non possiamo tornare…”
Dietro di voi ci sono Modena, Rimini e Paternò, quale sarà l’avversario più pericoloso per il quarto posto ?
‘La squadra da temere è il Rimini, Paternò ha dei buoni giocatori ma non credo potrà inserirsi.”
‘Rimini è partita male anche l’anno scorso, poi alla fine ai playoff c’è arrivata!”

Cosa mi dici del tuo rendimento personale ?
‘Beh… adesso sono un po’ calato rispetto ad inizio stagione, comunque mi sento bene, penso stia andando abbastanza bene.”
Credi di poter dire la tua anche in prospettiva Nazionale ?
‘Penso di sì, le chiamate sono arrivate, credo di avere delle possibilità … sono fiducioso!”

Informazioni su Davide Bertoncini 138 Articoli
Davide Bertoncini nasce il 04/12/1974 a S.Secondo (PR), in gioventù pratica gli sport più disparati, ed arriva a conoscere il baseball quasi per caso, a 23 anni dopo essere stato “costretto” da un amico a giocare in una squadra di slow-pitch.Dopo lo smarrimento iniziale Davide si appassiona al gioco e comincia seguire il baseball professionistico americano e in seguito quello italiano.Dopo un anno si ritrova, non per meriti, ma per necessità, a giocare nel “Dopolavoro Ondaemilia” squadra allenata e diretta da Riccardo Schiroli.Vista la passione crescente, Davide si propone di collaborare ad un progetto nato da poco Baseball.it , e dopo qualche mese comincia a scrivere nelle sezione dedicata al baseball USA.In seguito gli viene affidata la gestione di Softball.it, sito gemello di Baseball.it dedicato esclusivamente al softball, e segue come inviato gli Europei Juniores di Chocen ed i Mondiali Seniores di Saskatoon, oltre a vari tornei minori.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.