Gli Angels hanno un Guerrero in più

Anaheim travolge Oakland, San Francisco batte in extremis Lor Angeles, Clevelenad passa a Chicago, San Diego si riscatta

Viva l’equilibrio. Le poche sfide della notte sono state favorevoli alle inseguitrici, che si sono riportate a contatto con il vertice. E’ il caso dell’American League, dove gli Angels hanno battuto nettamente Oakland (38-30) e hanno permesso l’aggancio dei Rangers (37-29), portandosi a loro volta a ‘mezza” vittoria di distacco (38-31). A fare la differenza di ha pensato Vladimir Guerrero, che con il suo 4/5, un doppio, un fuoricampo e cinque punti battuti a casa ha messo la firma sul 10-3 finale. Degli Indians l’unica vittoria on the road della notte. Cleveland ha sconfitto senza particolari patemi i White Sox (5-1), grazie alla prova solidissima di Sabathia sul monte e i fuoricampo di Blake e Belliard.
Passando alla National League, solite scintille tra Giants e Dodgers. Partita tiratissima, che ha visto Los Angeles pareggiare in extremis con un singolo di Werth, per poi cedere nella seconda metà del nono inning alla valida a basi piene di Ransom (3-2). E adesso tra le due rivali c’è solo mezza lunghezza (37-30 a 38-32). Da non sottovalutare però l’uscita per infortunio di Barry Bonds, che oggi sarà valutato dallo staff medico. Si riavvicinano anche i San Diego Padres, che tornano alla vittoria dopo la serie negativa (3-1). Vittima di turno Arizona, che ha segnato un solo punto a un buon Valdez, non riuscendo ad arginare l’ottimo Nevin (fuoricampo e 2 pbc). Stesso copione per Houston, che sembra aver superato la crisi e ha vinto la sua seconda partita consecutiva contro Pittsburgh (7-5). Una vera maratona di lanciatori, ben nove alla fine, con le tre valide di Vizcaino e i quattro punti battuti a casa di Berkman a firmare il sorpasso decisivo degli Astros.

Informazioni su Andrea Perari 158 Articoli
Andrea Perari, 55 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come vice-capo servizio della redazione sportiva del "Corriere Romagna". Ha collaborato anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste. La sua carriera nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini. Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne. Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992. Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi. Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato. Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una ventina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Miami, Tampa Bay, Chicago, Los Angeles, San Diego, San Francisco e Oakland. Ha partecipato per anni al Fantasy Baseball della Cdm con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e tra i sogni nel cassetto c'è quello di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.