La Telemarket vuole ricominciare da Rho

Pirati alla ricerca di quella tripletta che manca proprio dal trittico di andata contro i lombardi. Castrì in dubbio, Saipe sulla graticola?

La Telemarket si appresta a viaggiare in Lombardia con il proposito di tornare a casa con quella tripletta che manca proprio dal trittico di andata contro il Saim Rho. Le due sconfitte rimediate nell'ultimo week-end in casa della T&A hanno ulteriormente complicato i piani di rimonta riminesi ed ora nel girone di ritorno che va a cominciare domani sera, i Pirati dovranno sbagliare il meno possibile se vorranno conservare qualche speranza di agganciare il treno play-off. Non si annunciano grosse novità in vista della triplice sfida contro la matricola lombarda. Domani sera sarà Mike Saipe a tentare di bissare la vittoria ottenuta nella gara di andata, l'unica appannaggio del deludente pitcher californiano per il quale potrebbero sorgere problemi di taglio in caso di una intempestiva inversione di tendenza. Confermati Marchesano nella pomeridiana e Patrone in garatre con Cabalisti sempre pronto a subentrare in ciascuna delle tre gare. In miglioramento le condizioni del catcher Matteo Baldacci, rientrato venerdì scorso sul Titano ma costretto ad uscire a titolo precauzionale a metà partita. Il ricevitore titolare dei Pirati dovrebbe essere regolarmente schierato dietro al piatto anche se non in tutte e tre le partite. Infine in dubbio la presenza di Castrì che in settimana ha accusato qualche problema ad un occhio tanto che le sue condizioni saranno valutate soltanto all'ultimo momento.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.