Al Parma la maratona di garatre

Dopo 5 ore e 50′ di gioco vincente Facchin, perdente Perogio, Parisi decisivo con il punto della vittoria battuto a casa. Sono servite 23 valide ai ducali per avere la meglio di un Anzio che ha prima

Partita dai due volti, parte fortissimo il Parma che si porta sul 6 a 1 a fine 3°, poi arriva la reazione dell’Anzio che segna 6 punti tra 5° e 7° e si porta in parità. Da quel momento inizia un’altra partita che termina solamente al 16° con il punto segnato da La Fera (solo 1 su 6) spinto da Parisi. Sei i lanciatori utilizzati dal Parma, con partente Bova che ha tirato per 5 riprese, poi sono entrati Salsi al 6°, Olemberger al 7°, Newman al 9°, Corradini al 10° e Facchin al 15°. Per i padroni di casa partente De Rossi, poi sono entrati al 5° Zambelli, all’8° Richetti e al 15° Perogio.
Comincia la partita e i ducali toccano duro De Rossi, segnando 1 punto al 1°, 4 al 2° ed 1 al 3°, mettendo a segno 8 valide, aiutati anche da 3 basi concesse dal partente anziate. Timida reazione dell’Anzio al 3°, quando con il triplo a destra di Santolupo e la volata di Franco, segna il primo punto. Al 5° il doppio di Caravita e il singolo di Zileri valgono il 6 a 1 per gli ospiti. Nella seconda parte del 5° l’Anzio accorcia le distanze. Base a Belvisi, K Sparagna e un’altra base a Santolupo. Avanzano i corridori sul singolo di Franco e poi Belvisi tocca il sacchetto di casa base sulla battuta in diamante di Tavarez, mentre Santolupo arriva a punto sull’eliminazione di Imperiali. Al 7° per l’Anzio arrivano i 4 punti che rimettono la partita in parità. Apre Sparagna eliminato al volo dall’esterno sinistro, poi arrivano i due singoli in successione di Santolupo e Franco, Tavarez arriva salvo in prima per fch. Con le basi cariche il singolo di Imperiali porta a casa Santolupo e Franco, mentre con Morville nei box c’è una doppia rubata che porta i corridori in seconda e terza. Morville arriva salvo in prima per fch e nel frattempo Tavarez tocca il piatto, l’altro punto lo segna Imperiali spinto dal doppio di Sanna. Lauri finisce K, contestato dal manager Morville, mentre Belvisi riceve la base. Con basi cariche e due fuori il giovane Sparagna finisce K. Da questo momento partita in mano ai lanciatori che concedono poco o nulla. Al 13° ci sono le occasioni da una parte e dall’altra. Richetti concede la base a Brambilla, che arriva in seconda sulla valida di Chapelli. Dopo i 2 K a Parisi e Schianchi, il singolo di Zileri porta in terza Brambilla, che resta lì in quanto Vasini resta al piatto. Occasione anche per i padroni di casa. Con uno fuori base a Santolupo, K Franco, base a Tavarez e sul singolo di Imperiali Santolupo viene bruciato a casa dall’assistenza dell’esterno sinistro. Al 14° base a Morelo che arriva in seconda sull’eliminazione di La Fera e poi sulla valida di Squarcia viene bruciato a casa dall’assistenza di Sanna dall’esterno sinistro. Al 15° ducali ancora pericolosi. Valida di Parisi, bunt di Schianchi, sull’eliminazione di Zileri Parisi arriva in terza, ma resta lì perché Perogio lascia al piatto Morelo. Nella stessa ripresa grande occasione per l’Anzio. Colpito Bosco, bunt di Santolupo, poi ci sono le basi intenzionali a Franco e a Tavarez. Con basi cariche e uno fuori Imperiali batte un pop in diamante e poi Morville viene eliminato su assistenza del seconda base. Al 16° singolo di La Fera, bunt di Squarcia che porta il corridore in seconda. Eliminato Brambilla 53, poi c’è la valida interna di Caphelli ed infine la valida di Parisi che spinge a casa La Fera per il punto della vittoria. All’attacco successivo l’Anzio arriva in prima con Sanna al quale viene concessa la base, poi Lauri viene eliminato 43 e il corridore arriva in seconda ma lì rimane perché Belvisi resta K e Bosco viene eliminato sulla via 53.

Informazioni su Francesco Cenci 77 Articoli
Esperto di tennis, Francesco entra a Baseball.it grazie all'amicizia di Giovanni Del Giaccio collega della rivista "Il Granchio" di Anzio, con cui collabora da sei anni occupandosi dell'Anzio baseball. Dopo venti anni passati sui campi da tennis, raggiungendo buoni risultati, appende la racchetta al chiodo per problemi di lavoro. Da quattro anni lavora nel caotico e frettoloso mondo del cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.