L'Italeri prova Incantalupo

Ipotizzabile da parte dei bolognesi un utilizzo mirato dei lanciatori contro la Danesi, pensando alla Coppa Campioni.

Non è solo l’ultimo turno del girone di andata. Non è il week end in cui al Falchi arriva il Nettuno. Per l’Italeri quelle di domani e sabato sono ‘le’ tre partite che precedono la Coppa dei Campioni a San Marino. La squadra bolognese martedì sarà già in campo a Serravalle, subito contro gli olandesi dell’HCAW. Poi un incontro tutti i giorni, fino a sabato. Per cui un occhio alla Danesi, e a cercar di mantenere inalterate le possibilità di puntare al posto migliore nella griglia dei playoff, ma tutti e due alle fatiche dei lanciatori.
In realtà Mazzotti, dall’Olanda dov’è a visionare i futuri avversari di Coppa, ci ha detto esattamente il contrario, ma si fa fatica a crederci.
‘Giocheremo una partita alla volta. Noi non sovraffatichiamo mai i nostri lanciatori, e faremo altrettanto contro la Danesi. Non sacrificheremo però nulla dei risultati con il Nettuno pensando alla settimana che ci aspetta da martedì. La rotazione dei lanciatori sarà la solita. Di diverso ci sarà solo l’impiego di Incantalupo per qualche inning, come rilievo”.
La Fortitudo infatti, pensando alle otto partite che l’aspettano nei prossimi nove giorni e archiviata l’idea Monreale, ha fatto arrivare dagli Stati Uniti, con un contratto di dieci giorni, l’oriundo Todd Incantalupo, già rilievo in biancoblù nel 2000 e nel 2001.
Quindi Matos – Betto – Cretis i lanciatori iniziali dell’Italeri nel week end. Ma si potrebbe scommettere su un utilizzo più parco del solito per il leader degli strikeout, partente ideale in Coppa Campioni subito nel primo match e poi di nuovo nell’eventuale finale, con tre soli giorni di riposo in mezzo.
Quanto al resto della formazione è immaginabile un test più probante per Landuzzi – rientrato sette giorni fa a Modena, dopo l’infortunio subito contro la Ceci Parma – tanto a ricevere, quanto nel box di battuta. Solano dovrebbe essere regolarmente al suo posto, dopo il turno precauzionale in panchina contro la Fiume, e, di conseguenza, tutti i dieci ‘titolari” dovrebbero ruotare in campo, proprio in prospettiva Coppa. Pataleoni fra esterno destro e magari diamante, e con come alternativa Fontana e Urueta, a loro volta verosimilmente a scambiarsi il ruolo di battitore designato. Anche se tutte le decisioni saranno prese al rientro in Italia di coach Mazzotti, domani.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.