Nemmeno un inning per Paternò

In largo vantaggio fin dalla prima ripresa il Prink demolisce i Warriors, mantiene la leadership e affossa in classifica i sicliani

Il Prink Grosseto non ha lasciato nessuna speranza ai Warriors Paternò: non ha dato loro nemmeno il tempo di entrare in partita e ha concluso una tripletta apparsa fin troppo facile. Della squadra che aveva sorpreso nei primi cinque turni di campionato con una solida difesa, un monte robusto ed un attacco incisivo, non si è vista nessuna traccia se non, forse, nei primi inning di venerdì sera in cui comunque la difesa aveva scricchiolato. Difesa che anche per la Prink sembra suonare qualche campanello d’allarme, coperto dai boati di un attacco devastante. Anche oggi pomeriggio i Warriros sono sembrati arrendevoli in modo sconcertante: Torres, partente d’obbligo per i siciliani, ha aperto l’incontro subendo subito l’attacco biancorosso e l’inconsistenza della propria difesa: pronti via ed è già 6-0con 9 battitori maremmani che si danno il turno nel box con il doppio di De Franceschi in apertura seguito da altre tre valide e tre errori difensivi. Difficile dire se a questo punto è Torres a riprendersi o l’attacco del Prink a tirare il freno, fatto sta che le successive due riprese proseguono tranquille per entrambi gli schieramenti, con Riccardo De Santis che pur palesando qualche problema di controllo, non fatica a tenere a bada le mazze avversarie e conclude la prova dopo cinque inning con sole tre valide concesse, 5 strike out, 2 basi ball e 1 colpito. Alla quarta ripresa il Prink affonda di nuovo e apre la ripresa con cinque valide consecutive, poi, dopo il primo out, ci pensa ancora Ozuna a battere un triplo che sparecchia le basi e mette il sigillo del 12-0 che sarà poi il punteggio finale. Per chiudere la ripresa i Warriors hanno bisogno di ricorrere al rilievo di Alibardi che ha lanciato fino al settimo e ultimo inning; per Torres una partita terribile con 9 punti di pgl subiti. Sul monte Prink fanno la loro apparizione anche Coppola e Luciani, anche loro senza particolari problemi.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.