Saim Rajo Rho: vincere per continuare a sperare

I milanesi dopo la prima vittoria a Modena, sperano di sbloccarsi anche al “Molinello”

Il Saim Rajo Rho dopo aver vinto la prima partita in A1 in quel di Modena, si appresta ad affrontare il trittico piu' importante di questa prima meta' di stagione. La sfida casalinga contro l'Elettron Anzio, mette di fronte le due squadre che chiudono attualmente la classifica, le due formazioni che al momento scenderebbero in A2. I laziali, sotto un punto di vista numerico, stanno sicuramente meglio, avendo al loro attivo 4 successi, che gli permettono di essere staccati dalla terzultima di sole 4 partite, al contrario del Rajo, lontano ben 7 incontri. Proprio da questo trittico, pero', si capiranno le reali possibilita' per la formazione del presidente Clemente Burgazzi di poter continuare a sperare nella salvezza. Il Saim Rajo batte qualcosa di piu' rispetto agli avversari (220 contro 211; 4 fuoricampo a 0), ha una difesa meno fallosa (24 errori, terza miglior difesa dell'A1, contro i 40 dell'Elettron), ma ha un monte di lancio che concede piu' punti (6.49 di media Pgl contro 5.33).
Il manager cubano Rigoberto Blanco Diaz dovra' fare a meno ancora di pedine importanti. Infatti, al 99% non ci sara' (come a Modena), Manuel Gasparri alle prese con dei problemi alla caviglia e al polso. In dubbio, anche i lanciatori Pupo e Quisini, anche se, probabilmente, vista l'importanza del match, verranno rischiati in caso di necessita'. Infine, Bellesi, terza base, comunque non titolare, si aggreghera' alla squadra dopo gli impegni di lavoro.
Ancora fiducia a Martin Sanchez: il lanciatore domenicano sta deludendo ogni attesa, ma la societa' vuole concedergli un'ultima prova d'appello. Sanchez (0-5; 8.34 di Pgl in 22.2 riprese lanciate), se la vedra' contro uno dei nuovi lanciatori stranieri che piu' sta impressionando in positivo, Luis Heredia. Per il resto, rotazione da stabilire con il corso delle partite. A Modena, Blanco ha schierato sabato pomeriggio i lanciatori che al momento stanno dando piu' garanzie, Bernazzani e Brown. Se dovesse perdere garauno, e' probabile che il Rajo riproponga questa scelta per cercare di portare a casa la seconda partita, affidandosi poi in garatre a Jason Stefani (difficile ipotizzare Mascheroni o Burgazzi partenti). Ovviamente, se Brown non verra' schierato nelle prime due partite, partira' sabato sera.
Per il resto, formazione confermata: Munoz a ricevere, Carrozza in prima (in una gara Saccardo), Pistocchi in seconda, Jaen in terza, Burzynski interbase. All'esterno Ballerini, Bassi e, a rotazione, Re, Tavola, Saccardo e Carrozza. Dh, Saccardo o Caloiero

Informazioni su Federico Masini 266 Articoli
Nato il 28 marzo del 1979 a Grosseto, Federico risiede a Legnano dove lavora per la redazione milanese del quotidiano sportivo Tuttosport. Giornalista professionista, collabora con la testata torinese dal marzo del 2006 e dal 2009 è corrispondente, seguendo principalmente gli eventi delle squadra di calcio della città meneghina, Inter e Milan. In passato ha lavorato pure con Il Giorno (dove ha seguito le vicende delle formazioni lombarde di baseball e softball) e Libero, mentre tuttora collabora ogni tanto con Il Tirreno dove può sfogare la sua passione per il baseball seguendo le partite in casa e, soprattutto, in trasferta del Bbc (ha raccontato le partite anche per una radio locale). Collabora con Baseball.it dalla sua nascita, seguendo le vicende del Grosseto e curando, a volte, l'aspetto statistico dell'Italian Baseball League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.