Duetto Matos – Solano

Lo straniero dell’Italeri domina dal monte. Solano chiude il match con un grande slam

L’attacco della Ceci&Negri Parma non riesce a leggere i lanci di Matos, e quasi con l’Italeri Bologna non c’è partita.
La parte alta degli inning sono infatti quasi un monologo del lanciatore dominicano della Fortitudo. Per lui tre sole valide, 8 strikeout nelle prime sette riprese. Un doppio e un singolo di Vasini al 3° e al 6°, un singolo di Chapelli al 4°. Undici kappa e cinque uomini messi in base in tutto, al momento del cambio con Riccardo Corradini, prima dell’ultimo attacco ospite.
Medina (13 hits, 4 basi, 3 strikeout in cinque inning e due terzi) ha perso nettamente il paragone fra lanciatori stranieri, e la squadra parmigiana ha cominciato ad imbarcare acqua già al 2°. Dopo un doppio di Liverziani al primo giro al box, e un eliminazione al piatto su Daniele Frignani in apertura di turno, per il pitcher panamense della Ceci&Negri ci sono state cinque singoli di seguito. Non battute lunghe, ma valide, anche se in un paio di casi la difesa dell’esterno destro Vasini non è stata di quelle impeccabili. Antigua, Fontana, Pantaleoni, Sheldon e Rigoli hanno prodotto, con la mazza, i primi tre punti dell’incontro, prima che una doppia eliminazione La Fera-Caravita riuscisse a limitare i danni. Poi ancora a segno i bolognesi al 3°, con Liverziani, in base per ball, portato a casa base dalle battute di Solano e Lele Frignani. E al 5° con due singoli, di Solano e Antigua.
Quindi, nell’inning dopo, la barca della Ceci&Negri è andata definitivamente a fondo, Con un out, Sheldon ha battuto in valido, base gratis a Rigoli, al volo Dallospedale. Con due eliminati, Parma ha scelto di passare in prima Liverziani con quattro ball intenzionali e giocarsi il quarto del line-up avversario, Solano. Il battitore più caldo fra i felsinei, 490 e primo nei punti battuti a casa prima della partita, due singoli si tre turni in campo. E Solano la cacciata fuori, per il 9 a 0. Partita finita!
Per arrivare al 12 a 0 finale tre segnature ancora all’8°, con Facchin sul monte ducale, non ‘guadagnate” su di lui per un errore in foul del ricevitore Parisi. Dall’altra parte non ha avuto problemi a finire Corradini, con tre eliminazioni su tre uomini affrontati.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.