Il bull pen confeziona la tripletta per Parma

Il Ceci & Negri alterna 4 rilievi per battere una Telemarket ancora troppo fallosa: 7-3

Il Ceci & Negri Parma si affida al suo bull pen e approfitta in pieno di una difesa della Telemarket Rimini assolutamente fallosa (5 errori anche questa sera) e completa con una vittoria per 7-3 una tripletta che porta i parmensi al quarto posto in classifica.

La Telemarket affida a Marchesano le speranze di vincere almeno una gara nel fine settimana. Parma risponde con Newman. Nessuno dei 2 parte comunque bene.
Il Ceci & Negri passa a condurre al primo tentativo. Brambilla guadagna la base. Morelo, Chapelli e Balgera toccano in valido in sequenza e Brambilla e Morelo segnano. Caravita guadagna la seconda base per ball a riempire nuovamente le basi. Dopo l'eliminazione di Parisi, La Fera batte valido e porta a casa Chapelli e Balgera.
Al cambio campo Rimini accorcia subito le distanze. Castrì va in base per ball e Gaiardo segue con un doppio a destra che vale il primo punto. Dopo la base ad Oropeza, Tassinari al piatto è il primo out. Un errore di Brambilla su Manzotti tiene vivo l'attacco ospite e il successivo doppio di Ricky Osuna fissa il risultato sul 4-3 per Parma, prima che la linea di Pari (entrato al posto dell'infortunato Crociati) finisca nel guanto di La Fera per il terzo out. In difesa Pari entra all'esterno destro e Chiarini si sposta al centro.

Al quarto Newman si complica la vita e riempie i cuscini concedendo 2 basi e una valida. La sua partita finisce qui e al suo posto in pedana sale Manuel Facchin. Il 'rookie' chiude la ripresa eliminando al piatto Pari.
Al quinto, con un out, la partita di Facchin giunge alla fine. In pedana sale Olenberger, che subisce in sequenza i singoli di Castrì e Gaiardo e riempie le basi. Il closer azzurro comunque esce dalla ripresa indenne. Sulla battuta in diamante di Oropeza Caravita ottiene l'out a casa base e Tassinari è il terzo out al piatto.
Con un out, al sesto Osuna guadagna la base per ball. Ruba poi la seconda e guadagna la terza su errore di tiro di Parisi. Olenberger passa in base anche Pari. Con i corridori agli angoli, Parma in qualche modo ottiene il secondo out in seconda su una debole battuta in diamante di Chiarini. Olenberger esce anche da questa situazione mettendo al piatto Di Pace.
Nella parte basse della ripresa, con un corridore in terza e 2 out, finisce la partita di Marchesano e Ilo Bartolucci sale sul monte per affrontare Morelo. Una volata chiude l'incontro.

Al settimo Bova sale in pedana per Parma al posto di Olenberger.
Al cambio campo Parma allunga. Chapelli apre con una valida interna e Bartolucci passa in base Balgera. Sul successivo bunt di Caravita, la difesa del Rimini combina un altro pasticcio. Gaiardo raccoglie la palla e assiste male in terza. Chapelli prosegue per il punto e Caravita arriva in seconda. Rimini decide allora di riempire le basi, concedendo la base a Parisi. La Fera però segue con un singolo che porta a casa Balgera. Dopo le eliminazioni di Vasini e Comelli, un'interferenza del catcher Oropeza regala al Parma il settimo punto.
Al nono Salsi prende il posto di Bova. Dopo una contestata interferenza chiamata a Parisi, Castrì tocca una palla profonda su La Fera, che con un numero di alta scuola ottiene l'out in seconda che chiude la gara.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.