Il Ceci & Negri fa il bis

Parma si impone alla Telemarket (3-0) che si consola con la valida numero 1000 di Gaiardo

Il Ceci & Negri si è imposto alla Telemarket Rimini 3-0 nella seconda partita della serie. E' stato un confronto tra 2 squadre palesemente lontane dalla miglior forma: incapace di concretizzare in attacco il Parma, falloso in maniera deleteria in difesa il Rimini.

A Parma si disputa un duello in chiave azzurra tra Massimino e Sandy Patrone.
Dopo 2 riprese dominate dai lanciatori, al terzo Patrone evidenzia problemi di controllo e Parma ne approfitta per riempire le basi per il turno in battuta di 'Ciccio' Caravita. Castrì salva i suoi prendendo al volo la linea del prima base di Parma.

Al quarto Parma passa. La ripresa si apre con le basi ball a Parisi e La Fera. Vasini fallisce però l'esecuzione del 'bunt' di sacrificio ed è il primo out. La battuta del designato Zileri sul seconda base sembrerebbe dare il via al più comodo dei doppi giochi ma, dopo l'out di La Fera in seconda, Ricky Osuna spara un'assistenza sopra la testa di Castrì e Parisi corre a casa base. L'inning si chiude sul pop fly di Brambilla.
Al cambio campo Vasini aiuta Massimino a mantenere lo 'zero' nella casella delle valide romagnole con una gran presa in tuffo all'esterno destro su battuta di Manzotti.
La disastrosa serie della difesa ospite continua al quinto ma Parma continua a non sfruttare le occasioni. Morelo arriva salvo nonostante la più innocua delle battute sul terza base. Chapelli non fa meglio del colombiano, che è il primo out in seconda. L'esterno centro cubano, nonostante il 'pitch out', ruba però la seconda. Dopo l'eliminazione al volo di Balgera, il Rimini concede una base intenzionale a Caravita e la scelta si rivela giusta, visto che sulla rimbalzante di Parisi si chiude la ripresa.
La 'no hit' di Massimino viene rotta alla prima metà del sesto da una valida interna di Chiarini.
Al cambio campo 'Tittone' De Sanctis avvicenda Patrone sul monte di lancio della Telemarket. La Fera gli dà il benvenuto con un singolo e Vasini fa avanzare l'interbase azzurro con un 'bunt'. Parma continua però a sprecare. Dopo la valida interna di Zileri sia Morelo che Brambilla finiscono al volo. A questo punto della gara i rimasti in base per i padroni di casa sono 10.

Al settimo Gaiardo apre con una valida, la numero 1000 della sua lunga e prestigiosa carriera. Con Mazzotti in battuta e 2 out, il veterano riminese ruba la seconda. Massimino chiude l'inning mettendo al piatto Manzotti.
Al cambio campo Parma allunga. De Sanctis apre la parte bassa dell'inning concedendo 4 ball a Chapelli. Balgera con un 'bunt' fa avanzare il cubano in seconda. Sulla battuta di Caravita, Osuna all'interbase si salva. Parisi riceve 4 ball intenzionali e Romano chiama dal bull pen Cabalisti per affrontare La Fera. Il veterano veneto colpisce l'interbase del Ceci & Negri e riempie le basi per Vasini. L'esterno destro colpisce duro a destra e spinge a casa Chapelli e Parisi. Tenta poi di raggiungere la seconda, ma Chiarini lo fulmina con un gran tiro.

Il designato del Rimini Pari apre l'ottavo con un singolo. Dopo 2 eliminazioni, il singolo a sinistra di Chiarini fa avanzare fino in terza Crociati e Parma chiama dal bull pen Kasey Olenberger. Il closer arriva sul conto pieno con Tassinari e poi lo gela con una dritta interna.
Olenberger apre la nona ripresa concedendo 4 ball a Castrì e Catanoso lo visita. Dopo le eleminazioni di Oropeza (al volo) e Gaiardo (al piatto), anche Crociati riceve un passaggio gratis verso la prima. Con Pari il rilievo italo americano arriva sul conto pieno, prima di costringerlo allo swing a vuoto che chiude la partita.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.